Infezioni vaginali: Questo aiuta davvero

A nessuno piace parlare di problemi nella zona genitale e più velocemente si ricorre al dottor "Google". Ma i modi più creativi per risolvere i problemi in ambito genitale circolano in rete. Diamo una breve panoramica delle malattie intime più comuni e quali trattamenti e consigli sono davvero utili.
Infezione vaginale è un termine collettivo per varie malattie che causano l'infiammazione della vagina. Queste infezioni possono avere varie cause e di conseguenza il decorso della malattia può essere altrettanto vario. Diamo una panoramica delle infezioni più comuni e di ciò che si può fare in merito.

Malattie della flora vaginale

Gli organi riproduttivi femminili offrono una grande superficie per vari batteri patogeni, virus, funghi e parassiti. Tuttavia, i batteri vivono naturalmente anche nella vagina, mantenendola sana e proteggendola dalle malattie. A seconda di dove gli agenti patogeni attaccano, la malattia viene chiamata in modo diverso.
Se c'è uno squilibrio, aumenta il numero di batteri nocivi nella vagina, che possono cambiare l'ambiente vaginale. Il cambiamento più grande è di solito un aumento dell'ambiente acido fino ad un ambiente neutro (intorno al pH sei). Questo permette ad altri parassiti nocivi di infestare la vagina e il numero di batteri protettivi si riduce.
L'opposto sarebbe la flora sana, che si chiama eubiosi. Potete trovare informazioni più dettagliate sulla flora vaginale sana nell'articolo sull'igiene vaginale.

Vaginosi batterica

Nella vaginosi batterica, i batteri protettivi diminuiscono e il valore del pH nella vagina aumenta. Lo scarico è omogeneo, grigio e acquoso. Una caratteristica speciale è l'odore di pesce. La malattia è difficilmente dolorosa o inquietante e di solito viene curata dal corpo stesso. Tuttavia, i farmaci sono raccomandati soprattutto in caso di ricadute, poiché esiste il rischio di infiammazione delle tube di Falloppio o della mucosa cervicale.

micosi vaginale

Il terzo tipo tipico di disbiosi, la candidosi vulvovaginale o semplicemente chiamata micosi vaginale, è causata da funghi, più frequentemente il fungo del lievito Candida albicans. Come già detto, questo fungo è già originario della vagina in molte donne e non provoca alcun sintomo. Varie cose come un'igiene intima troppo intensa con il sapone, l'assunzione di antibiotici o l'immunosoppressione legata allo stress aumentano il rischio che la malattia si diffonda.

Vaginite aerobica

La vaginite aerobica è stata scoperta solo pochi anni fa ed è più dolorosa della vaginosi batterica. Questa malattia è anche più comune ed è spesso confusa con la vaginosi batterica. Questo perché anche il valore del pH è aumentato, ma non c'è un odore particolare.

Sindrome da shock tossico

La sindrome da shock tossico è estremamente rara. Può essere causato da tamponi colonizzati da batteri. Si tratta di una reazione d'urto del corpo ai prodotti di scarto tossici dei batteri. Ciò che rende questo stato di shock così speciale è che le tossine attivano l'intero sistema immunitario, causando l'infiammazione in tutto il corpo. Questo può essere un pericolo per la vita e se lo sospettate, dovreste consultare immediatamente il vostro medico.

Rileva le infezioni vaginali

L'autotest isay è un test medico da utilizzare a casa in caso di sospetta infezione vaginale. Il test indica se c'è un'infezione vaginale e allo stesso tempo fornisce informazioni su se si tratta di una micosi vaginale e/o di una vaginosi batterica.

I nostri 6 consigli per prevenire le infezioni

1. igiene intima appropriata

Un'igiene intima corretta e non eccessiva è importante per mantenere l'equilibrio naturale. Potete trovare informazioni più dettagliate sull'igiene intima nell'articolo sull'igiene vaginale.

2. Attenzione con la terapia antibiotica

Le terapie antibiotiche combattono le infezioni batteriche nel corpo. Può anche accadere che i batteri della flora vaginale, così preziosi, soffrano di terapia antibiotica. L'equilibrio naturale può essere sconvolto e la suscettibilità alle infezioni aumenta. Per questo motivo, ha senso sostenere la flora vaginale con preparati adeguati durante la terapia antibiotica.

3. attenzione ai vestiti

Nella zona genitale, un clima caldo e umido, dove i batteri amano moltiplicarsi, dovrebbe essere evitato. Il modo più semplice per farlo è quello di evitare vestiti che restringono o congestionano l'aria. Anche gli indumenti bagnati, i salvaslip, le bende e gli assorbenti devono essere cambiati il più rapidamente e spesso possibile. La biancheria intima, così come gli asciugamani e gli assorbenti devono essere cambiati una volta al giorno e lavati ad almeno 60 gradi.

4. corretta igiene nella toilette

La prima regola di base importante è sempre quella di pulire dalla parte anteriore alla parte posteriore dopo la defecazione, perché altrimenti ci può essere il carry-over di batteri rettali nella vagina.

5. bere molto

Bere a sufficienza ha un effetto positivo sulle perdite vaginali e la vagina è anche meglio lavata, il che aiuta a prevenire l'infezione uretrale.

6. rasatura intima

La zona intima deve essere rasata bagnata e preferibilmente con una schiuma da barba delicata per evitare spiacevoli arrossamenti della pelle e quindi un maggiore rischio di infezione. Dopo la rasatura si può applicare una lozione lenitiva per la pelle o un dopobarba.

Argomenti correlati

Fonti

www.merz.ch/anwendungsgebiete/frauenleiden-und-ueberaktive-blase/vaginalinfektionen
www.deutsche-apotheker-zeitung.de/daz-az/2013/daz-46-2013/vaginalinfektionen
www.merckmanuals.com/home/women-s-health-issues/vaginal-infections-and-pelvic-inflammatory-disease/overview-of-vaginal-infections
www.schweizer-gesundheit.ch/praevention/vaginalinfektionen-verhindern
www.eesom.com/frauenheilkunde/geschlechtsorgane/entzuendliche-krankheiten