Immagine del prodotto Aspirin C 20 Brausetabletten
Immagine del prodotto Aspirin C 20 BrausetablettenImmagine del prodotto Aspirin C 20 BrausetablettenImmagine del prodotto Aspirin C 20 BrausetablettenImmagine del prodotto Aspirin C 20 BrausetablettenImmagine del prodotto Aspirin C 20 Brausetabletten

Aspirin C 20 Brausetabletten

A magazzino in farmacia. Dettagli
Questo medicinale appartiene alla lista D ed è pertanto in vendita solo in farmacia: se invia questo medicinale al carrello, dovrà ritirarlo in farmacia (altrimenti ci servirà per motivi legali la ricetta di un medico che eserciti la sua professione in Svizzera). Maggiori dettagli
Nell'assortimento di medicamenti che hanno un'azione antipiretica, analgesica, antinfiammatoria o di sedazione della tosse, è possibile ordinare solo una confezione per ogni acquisto. Maggiori dettagli

Che cos'è Aspirina-C e quando si usa?

Aspirina-C contiene i principi attivi acido acetilsalicilico e vitamina C. L'acido acetilsalicilico ha proprietà analgesiche, antipiretiche e antinfiammatorie. L'aggiunta di vitamina C copre un aumentato fabbisogno e sostiene le funzioni di difesa dell'organismo.

Aspirina-C si usa per il trattamento sintomatico della febbre e/o dei dolori nelle sindromi da raffreddamento.

Bambini sopra i 9 anni e adolescenti: solo su prescrizione medica e solo come terapia di seconda scelta (cfr. «Quando è richiesta prudenza nella somministrazione/nell'uso di Aspirina-C?»).

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Aspirina-C non deve essere usato per più di 3 giorni, salvo prescrizione medica.

Gli antidolorifici non devono essere assunti regolarmente per periodi prolungati senza controllo medico. In caso di dolori persistenti sono necessari accertamenti medici.

Non si deve superare la posologia indicata o prescritta dal medico.

Occorre anche tener conto che l'assunzione prolungata di antidolorifici da parte sua può causare il persistere di mal di testa.

L'assunzione a lungo termine di antidolorifici, in particolare la combinazione di diversi principi attivi antidolorifici, può provocare un danno permanente ai reni con il rischio di insufficienza renale.

Quando non si può usare Aspirina-C?

Non deve usare Aspirina-C nei seguenti casi:

  • se ha una reazione allergica ad uno dei componenti o se, dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico, altri salicilati o altri antidolorifici o antireumatici (i cosiddetti antinfiammatori non steroidei), ha avuto difficoltà respiratorie o reazioni cutanee di tipo allergico.
  • se soffre di ulcera gastrica e/o duodenale o ha sanguinamenti gastrointestinali.
  • in presenza di infiammazioni intestinali croniche (malattia di Crohn, colite ulcerosa).
  • se presenta un aumento patologico della tendenza emorragica.
  • in caso di grave compromissione della funzionalità epatica o renale.
  • in caso di grave insufficienza cardiaca.
  • in caso di assunzione concomitante di metotrexato a una dose superiore a 15 mg a settimana.
  • in caso di calcoli renali o predisposizione al loro sviluppo.
  • in caso di elevato contenuto di ossalato nelle urine.
  • in caso di malattia da accumulo di ferro.
  • se è in stato di gravidanza o sta allattando (cfr. anche rubrica «Si può assumere Aspirina-C durante la gravidanza o l'allattamento?»).
  • nei bambini sotto i 9 anni.

Quando è richiesta prudenza nell'uso di Aspirina-C?

Durante il trattamento con Aspirina-C possono verificarsi ulcere della mucosa nel tratto gastrointestinale superiore, raramente sanguinamenti o in singoli casi perforazioni (gastriche/intestinali). Queste complicazioni possono verificarsi in qualsiasi momento durante il trattamento, anche senza sintomi di preavviso. Per ridurre questo rischio, si deve usare la dose minima efficace per la durata più breve possibile della terapia. Se ha mal di stomaco e sospetta che ciò sia associato all'assunzione del medicamento, si rivolga al suo medico.

I pazienti anziani possono essere più sensibili al medicamento rispetto ai giovani adulti. È particolarmente importante che i pazienti anziani riferiscano subito eventuali effetti collaterali al proprio medico.

Aspirina-C deve essere usato solo su prescrizione medica e sotto monitoraggio medico nelle seguenti situazioni:

  • se al momento è in trattamento medico a causa di una malattia seria.
  • se in precedenza ha avuto un'ulcera gastrica e/o duodenale.
  • se soffre di una malattia cardiaca o renale o in caso di marcata perdita di liquidi, ad es. dovuta a sudorazione intensa, diarrea o a seguito di interventi chirurgici importanti; l'assunzione di Aspirina-C può compromettere la funzionalità dei suoi reni, il che può causare un aumento della pressione arteriosa e/o accumulo di liquidi (edemi).
  • se ha una malattia al fegato.

in caso di asma, orticaria, polipi nasali, raffreddore da fieno o altre forme di allergia, di una rara malattia ereditaria che colpisce i globuli rossi, il cosiddetto «deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi», nonché in caso di trattamento con anticoagulanti (fluidificanti del sangue) o con antipertensivi, l'assunzione deve essere effettuata solo secondo precise istruzioni del medico.

I pazienti (di entrambi i sessi) che devono seguire una dieta a basso contenuto di sodio come prescritto da medico (ad es. in caso di malattia renale, insufficienza cardiaca grave) possono usare le compresse effervescenti di Aspirina-C solo in casi eccezionali a causa dell'elevato contenuto di sodio.

I pazienti (di entrambi i sessi) con predisposizione alla formazione di calcoli renali da ossalato di calcio o malattie da accumulo di ferro (talassemia, emocromatosi), o recidive di tali condizioni, possono assumere Aspirina-C solo previa consultazione del medico.

I bambini a partire dai 9 anni e gli adolescenti con febbre, influenza, varicella o altre malattie virali possono assumere Aspirina-C esclusivamente su indicazione del medico e solo come terapia di seconda scelta. Se nel corso di queste malattie oppure dopo la loro risoluzione dovessero manifestarsi alterazioni della coscienza accompagnate da vomito, si deve consultare immediatamente il medico.

L'uso concomitante e prolungato di Aspirina-C può potenziare l'effetto di preparati cortisonici, medicamenti anticonvulsivi (antiepilettici), fluidificanti del sangue, digossina e preparati a base di litio contro la depressione. Può verificarsi un aumento degli effetti indesiderati di questi medicamenti. L'effetto di medicamenti contro la gotta (probenecib e sulfinpirazone), medicamenti diuretici e agenti contro l'ipertensione arteriosa può diminuire. L'uso di antireumatici o metotrexato (assunto ad es. in caso di poliartrite cronica; cfr. anche rubrica «Quando non si può usare Aspirina-C?») può potenziare gli effetti indesiderati.

Aspirina-C può aumentare il rischio di sanguinamento se assunto contemporaneamente a preparati cortisonici, alcool o medicamenti del gruppo dei cosiddetti inibitori della ricaptazione della serotonina contro la depressione.

Se Aspirina-C viene assunto in concomitanza con antidiabetici (ad es. insulina, sulfoniluree), la glicemia può diminuire.

Anche a basse dosi l'acido acetilsalicilico riduce l'eliminazione di acido urico. Ciò può causare gotta in pazienti (entrambi i sessi) che già presentano una bassa eliminazione di acido urico.

In condizioni con aumentato rischio di sanguinamento (ad es. ciclo mestruale o ferite) si consiglia prudenza, la tendenza emorragica può aumentare soprattutto durante e anche dopo interventi chirurgici (anche in caso di interventi minori come ad es. le avulsioni dentarie).

Prima di sottoporsi a interventi chirurgici occorre consultare o informare il medico o il dentista riguardo all'assunzione.

Informi il suo medico se deve sottoporsi a esami di laboratorio e assume Aspirina-C. Aspirina-C può influenzare i risultati di tali esami.

Questo medicamento contiene 466 mg di sodio (componente principale del sale da cucina) per compressa effervescente, equivalente al 23% dell'assunzione massima giornaliera per un adulto raccomandata dall'OMS con la dieta. Parli con il suo medico o il suo farmacista se deve seguire una dieta povera di sale (a basso contenuto di sodio).

Informi il suo medico, il suo farmacista o il suo droghiere nel caso in cui

  • soffre di altre malattie
  • soffre di allergie o
  • assume altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa).

Si può usare di Aspirina-C durante la gravidanza o l'allattamento?

Gravidanza

Se è in corso una gravidanza o se sta pianificando una gravidanza, deve usare Aspirina-C solo dopo aver consultato il suo medico. Aspirina-C non deve essere assunto nel terzo trimestre di gravidanza.

Allattamento

Aspirina-C non deve essere assunto durante l'allattamento, tranne se espressamente consentito dal medico.

Come usare Aspirina-C?

Adulti e adolescenti a partire da 12 anni e di peso superiore a 40 kg: assumere 1-2 compresse effervescenti sciolte in un bicchiere d'acqua; se necessario, ripetere ogni 4-8 ore; la dose massima giornaliera è di 6 compresse effervescenti.

Non assumere a stomaco vuoto.

I bambini a partire dai 9 anni e gli adolescenti possono assumere Aspirina-C esclusivamente su prescrizione medica e solo come terapia di seconda scelta.

Bambini sotto i 9 anni: Aspirina-C non è indicato per i bambini sotto i 9 anni a causa dell'elevato contenuto di principio attivo.

In caso di assunzione incontrollata (dose eccessiva), consultare immediatamente un medico. La comparsa di ronzio nelle orecchie e/o attacchi di sudorazione può essere un segno di sovradosaggio.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal suo medico. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico, al suo farmacista o al suo droghiere.

Quali effetti collaterali può avere Aspirina-C?

Molto comune (riguarda più di 1 persona su 10)

Microemorragie (70%).

Comune (riguarda da 1 a 10 persone su 100)

Disturbi gastrici.

Non comune (riguarda da 1 a 10 persone su 1000)

Asma, affanno, fastidio all'alto addome, nausea, vomito, diarrea.

Raro (riguarda da 1 a 10 persone su 10 000)

Deficit della coagulazione (carenza di piastrine), carenza di globuli bianchi, carenza di cellule ematiche (anemia aplastica), carenza di ferro, aumentato rischio di sanguinamento (ad es. sanguinamenti gastrointestinali, lividi, sangue dal naso o dalle gengive, sanguinamenti dell'apparato urogenitale, emorragie in caso di interventi, emorragie cerebrali).

Reazioni da ipersensibilità come gonfiore della pelle e delle mucose (ad es. naso chiuso), eruzioni cutanee (sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica), orticaria, raffreddore da fieno, broncospasmo, edema di Quincke (gonfiore del viso), abbassamento della pressione arteriosa.

Ulcere gastrointestinali.

Capogiro, mal di testa, tinnito (ronzio auricolare), ipoacusia, disturbi della vista, stati confusionali.

Ipoglicemia, alterazione dell'equilibrio acido-base.

Disturbi della funzionalità epatica.

Disturbi della funzionalità renale.

Molto raro (riguarda meno di 1 persone su 10 000)

Molto raramente sono stati riportati anche sanguinamenti gravi, che in singoli casi possono essere potenzialmente fatali.

Aumento delle transaminasi (valori epatici).

Sindrome di Reye (malattia con lesione del cervello e del fegato nei bambini).

Se si manifestano segni di una reazione di ipersensibilità, il medicamento deve essere interrotto e occorre consultare un medico. Se durante il trattamento si osservano feci nere o vomito con sangue, occorre interrompere il medicamento e consultare immediatamente un medico.

Frequenza non nota (non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

Sono state segnalate alterazioni della parete intestinale, in particolare con l'uso prolungato, nonché anemia e insufficienza renale acuta.

Se osserva effetti collaterali, si rivolga al suo medico, farmacista o droghiere, soprattutto se si tratta di effetti collaterali non descritti in questo foglietto illustrativo.

Di che altro occorre tener conto?

Stabilità

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Istruzioni di conservazione

Conservare le compresse effervescenti Aspirina-C a temperatura ambiente (15-25°C), al riparo dall'umidità e fuori dalla portata dei bambini.

Ulteriori indicazioni

Il medico, il farmacista o il droghiere, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Aspirina-C?

Principi attivi

Le compresse effervescenti di Aspirina-C contengono 400 mg di acido acetilsalicilico e 240 mg di acido ascorbico (vitamina C).

Sostanze ausiliarie

Sodio diidrogeno citrato, sodio bicarbonato, acido citrico, sodio carbonato.

Numero dell'omologazione

33670 (Swissmedic)

Dove è ottenibile Aspirina-C? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia e in drogheria, senza prescrizione medica.

confezioni con 10 e 20 compresse effervescenti.

Titolare dell'omologazione

Bayer (Schweiz) AG, 8045 Zurigo.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel settembre 2021 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

Visualizzare le informazioni specialistiche sul medicinale