Immagine del prodotto Ecofenac CR Tabletten 150mg 30 Stück
Immagine del prodotto Ecofenac CR Tabletten 150mg 30 StückImmagine del prodotto Ecofenac CR Tabletten 150mg 30 StückImmagine del prodotto Ecofenac CR Tabletten 150mg 30 Stück

Ecofenac CR Tabletten 150mg 30 Stück

Generalmente pronto per il ritiro entro 24 ore. Dettagli
Questo medicinale appartiene alla lista B e viene pertanto erogato su ricetta. Se dispone di una ricetta medica, potrà inviarcela per posta e a quel punto potremo spedirle il medicinale. Maggiori dettagli

Che cos’è Ecofénac e quando si usa?

Su prescrizione medica.

Ecofénac è un antireumatico non steroideo ad azione antinfiammatoria e analgesica.

Somministrando Ecofénac si possono eliminare i sintomi di un'infiammazione come ad es. dolore o gonfiore. Ecofénac agisce attraverso il blocco della sintesi delle prostaglandine (le molecole responsabili dell'infiammazione, del dolore e della febbre), ma non si può guarirne la causa.

Ecofénac è utilizzato su prescrizione medica per la terapia di: malattie reumatiche, quali ad esempio artrosi, infiammazioni e dolori correlati a crisi di gotta, affezioni dolorose della schiena e della colonna vertebrale cervicale, reumatismo dei tessuti molli, infiammazioni e dolori dopo ferite (ad es. distorsioni, stiramenti) e interventi chirurgici (ad es. odontoiatrici, ortopedici), dolori e infiammazioni in affezioni ginecologiche, attacchi di emicrania (vale solo per le supposte), come complemento della terapia in diverse malattie infettive acute dolorose, specialmente nell'ambito dell'orecchio, del naso e della gola.

Ecofénac non deve essere impiegato al solo scopo di abbassare la febbre.

Le compresse pellicolate di Ecofénac sono protette da un rivestimento gastro-resistente, ciò significa, che la sostanza attiva viene liberata soltanto dopo il passaggio attraverso lo stomaco.

La compressa di Ecofénac CR è composta di due strati da cui uno libera velocemente una parte della sostanza attiva e l'altro libera il resto lentamente.

Se soffre di una malattia cardiaca o presenta rischi significativi di malattia cardiaca, il suo medico esaminerà periodicamente la prosecuzione del trattamento con Ecofénac, specialmente se il trattamento si protrae per più di 4 settimane.

Quando non si può assumere / usare Ecofénac?

Non può usare Ecofénac se reagisce in modo allergico ad uno dei componenti o se, dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico o altri medicamenti analgesici o antireumatici, cosiddetti antinfiammatori non steroidei, ha avuto difficoltà respiratorie o reazioni cutanee di tipo allergico, ad es. tumefazione di viso, labbra, lingua, gola e/o degli arti (segni di angioedema), nel terzo trimestre della gravidanza, in presenza di ulcere gastriche e/o duodenali attive o di emorragie o perforazioni gastrointestinali, oppure in caso di sintomi come sangue nelle feci o feci nere, in presenza di infiammazioni intestinali croniche (morbo di Crohn, colite ulcerosa), in caso di insufficienza epatica o renale, in presenza di grave insufficienza cardiaca, per il trattamento dei dolori che compaiono dopo un intervento di bypass coronarico (o dopo l'impiego di una macchina cuore-polmone), in caso di infiammazione della regione rettale (con emorragie e secrezioni) non devono essere usate le supposte.

Nel caso in cui una di queste condizioni la riguarda, informi il suo medico e non assuma Ecofénac. Il suo medico deciderà se questo medicamento è adatto o no per lei.

Dato il loro elevato contenuto di principio attivo, le compresse pellicolate da 50 mg e le supposte da 100 mg oppure le compresse a due strati da 75 mg e 150 mg non sono indicati per i bambini sotto i 14 anni.

Se lei ritiene di poter essere eventualmente allergico, chieda consiglio al suo medico.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione / nell’uso di Ecofénac?

Durante il trattamento con Ecofénac si possono verificare, nel tratto gastrointestinale superiore, ulcerazioni della mucosa, più raramente emorragie e in casi isolati perforazioni (perforazioni dello stomaco o dell'intestino). Queste complicazioni possono comparire in qualsiasi momento durante il trattamento, anche senza segni premonitori.

Per ridurre questo rischio, il suo medico le prescriverà la minima dose efficace per il periodo più breve possibile di trattamento. Nel caso comparissero dolori di stomaco e lei sospettasse una correlazione con l'assunzione del medicamento, consulti il suo medico.

Si raccomanda prudenza se soffre di malattie cardiocircolatorie (le cosiddette malattie cardiovascolari, inclusi pressione alta incontrollata, insufficienza cardiaca, cardiopatie ischemiche già in atto o arteriopatie periferiche), poiché in tal caso un trattamento con Ecofénac non è solitamente consigliato.

Si consiglia di prestare attenzione in caso di recente o prossimo intervento gastrointestinale.

Se soffre di una malattia cardiovascolare (vedere sopra) o esistono significativi fattori di rischio come pressione alta, livelli anomali dei lipidi sierici (colesterolo, trigliceridi), diabete, o se fuma e il suo medico decide di prescriverle Ecofénac, non dovrà superare la dose di 100 mg al giorno, se è sottoposto/a al trattamento per più di 4 settimane.

In generale, è importante assumere la dose più bassa di Ecofénac che possa alleviare il dolore e/o la tumefazione, per ridurre al minimo e nel più breve tempo possibile i rischi di effetti collaterali a livello cardiovascolare.

Per determinati analgesici, i cosiddetti inibitori della COX-2, è stato riscontrato, a dosaggi elevati e con trattamenti a lungo termine, un aumento del rischio di infarto del miocardio o ictus. Non è ancora noto se questo rischio sussista anche per Ecofénac. Nel caso in cui avesse un infarto del miocardio, un ictus o una trombosi venosa nell'anamnesi, o nel caso in cui abbia dei fattori di rischio quali ipertensione arteriosa, diabete, elevati valori dei grassi nel sangue, fumatore, il suo medico deciderà se può comunque usare Ecofénac. In ogni caso, informi il suo medico.

L'assunzione di Ecofénac può compromettere la funzione dei suoi reni, con possibile comparsa di ipertensione arteriosa e/o di ritenzione di liquidi (edemi). Informi il suo medico se soffre di una malattia del cuore, di una malattia dei reni, se assume dei medicamenti contro l'ipertensione (ad es. diuretici, ACE-inibitori), o nel caso di un aumento delle perdite di liquidi, ad es. a causa di forte sudorazione.

In casi molto rari, gli antinfiammatori (compreso Ecofénac) possono provocare gravi reazioni cutanee (ad es. eruzione cutanea). Ai primi segni di una reazione cutanea sospendere la terapia con Ecofénac e informare il medico.

Questo medicamento può ridurre la capacità di reazione, la capacità di condurre un veicolo e la capacità di utilizzare attrezzi o macchine!

In particolar modo nel caso in cui si presentano: vertigini, disturbi alla vista o altri disturbi al sistema nervoso centrale, dovrebbe rinunciare al condurre un veicolo o all'utilizzare macchine e consultare immediatamente il suo medico.

Inoltre occorrerà particolare prudenza nel caso in cui assume Ecofénac contemporaneamente ad altri medicamenti antinfiammatori (quali acido acetilsalicilico, corticosteroidi), anticoagulanti o inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (selective serotonin reuptake inhibitors (SSRI) (medicamenti contro la depressione), se soffre di asma o raffreddore da fieno (rinite stagionale allergica), problemi epatici o renali, se ha disturbi della coagulazione del sangue o altri problemi a carico del sangue, compreso un raro problema epatico noto come porfiria.

Se una di queste condizioni la riguarda, informi il suo medico prima di assumere Ecofénac.

Se durante l'uso di Ecofénac presenta segni o sintomi di affaticamento a livello cardiaco o circolatorio come dolore toracico, fiato corto, spossatezza o disturbi dell'eloquio, contatti immediatamente il suo medico.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui

  • soffre di altre malattie,
  • soffre di allergie o
  • assume altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!) o li applica esternamente, in particolare, se assume i seguenti medicamenti:

litio o inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) (medicamenti per il trattamento delle depressioni), digossina (medicamento per problemi cardiaci), diuretici (medicamenti per aumentare l'escrezione di urina), ACE-inibitori o beta-bloccanti (medicamenti contro l'ipertensione arteriosa e problemi del cuore), altri medicamenti antinfiammatori, quali acido acetilsalicilico o l'ibuprofene, corticosteroidi, medicamenti che inibiscono la coagulazione (anticoagulanti), medicamenti (ad es. metformina) per il trattamento del diabete (ad eccezione dell'insulina), metotrexato (per l'artrite e le malattie tumorali), ciclosporina o tacrolimus (in caso di trapianti d'organo), trimetoprim (in caso di infezioni delle vie urinarie), antibiotici chinolonici (medicamenti contro le infezioni), voriconazolo (medicamento per il trattamento delle micosi), fenitoina (medicamento per il trattamento delle crisi epilettiche), o rifampicina (antibiotico per il trattamento di infezioni batteriche).

Ecofénac può attenuare i segni di un'infezione (ad es. mal di testa, aumento della temperatura corporea) e quindi rendere più difficile la diagnosi e il trattamento adeguato.

In casi molto rari, in pazienti trattati con Ecofenac così come anche con altri medicamenti antinfiammatori, possono comparire gravi reazioni allergiche (ad es. eruzioni). Pertanto, informi immediatamente il suo medico se osserva una tale reazione.

Se prende Ecofénac per un periodo prolungato (più di 2‒3 settimane) non manchi di sottoporsi alle visite di controllo che il suo medico le prescriverà periodicamente.

Si raccomanda prudenza ai pazienti anziani, in particolare nei pazienti fragili o in quelli con basso peso corporeo, che essendo più sensibili agli effetti dell'Ecofénac, dovrebbero per precauzione usare la minima dose efficace.

Ecofenac compresse pellicolate gastroresistenti ed Ecofénac compresse a due strati contengono lattosio.

Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri, lo contatti prima di prendere questo medicamento.

Ecofénac compresse pellicolate gastroresistenti, Ecofénac compresse a due strati ed Ecofénac supposte contengono meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per compressa o supposta rispettivamente. Sono quasi «senza sodio».

Si può assumere / usare Ecofénac durante la gravidanza o l’allattamento?

Gravidanza

Qualora fosse incinta o pianificasse una gravidanza, potrà assumere Ecofénac soltanto dopo aver consultato il suo medico. Ecofénac non deve essere assunto nell'ultimo trimestre di gravidanza.

Allattamento

Ecofénac non deve essere assunto durante l'allattamento, salvo esplicito consenso del suo medico.

Come usare Ecofénac?

La posologia e il modo d'uso sono stabiliti individualmente dal medico in base al campo di applicazione del medicamento, all'età e alla gravità dei disturbi; ci si deve attenere scrupolosamente alle istruzioni. Non superi la dose giornaliera né la durata del trattamento raccomandate, che le sono state prescritte dal suo medico.

Nel caso usi Ecofénac più a lungo di poche settimane, si rechi a controllo regolare dal suo medico, per accertare che non soffra di effetti collaterali passati inosservati.

Adulti: all'inizio del trattamento, la dose giornaliera è generalmente di 100‒150 mg. In casi leggeri e per il trattamento a lungo termine, di regola sono sufficienti 75‒100 mg al giorno. In generale la dose giornaliera viene suddivisa in 2‒3 dosi singole. Non assuma più di 150 mg al giorno (dose giornaliera massima).

Per evitare i dolori notturni e/o la rigidità mattutina è anche possibile somministrare 1 supposta da 100 mg per la notte e 2 compresse pellicolate da 25 mg risp. 1 compressa pellicolate da 50 mg durante il giorno.

Le compresse a due strati Ecofénac CR da 75 mg vanno prese 2× al giorno, le compresse a due strati da 150 mg 1× al giorno.

Per i casi più lievi e per il trattamento a lungo termine, in generale è sufficiente 1 compressa a due strati da 75 mg al giorno. Se i disturbi sono più forti durante la notte o al mattino, è allora preferibile assumere Ecofénac CR di sera. In caso di dolori mestruali inizi il trattamento con una dose unica di 50‒100 mg non appena si manifestano i primi disturbi. Se necessario prosegua il trattamento per alcuni giorni con 50 mg fino a 3 volte al giorno.

Assuma le compresse pellicolate e a due strati con molto liquido, preferibilmente prima dei pasti; non spezzi né mastichi i compresse pellicolate e a due strati.

Per il trattamento dell'emicrania sono disponibili, su prescrizione medica, le supposte di Ecofénac. In generale è sufficiente prendere 1 supposta da 100 mg non appena si manifestano i primi sintomi di un attacco di emicrania.

Si tolgono le supposte dal loro involucro e, dopo avere evacuato, le si introducono profondamente nell'ano.

Bambini: per il trattamento in età pediatrica, si rimanda a supposte specifiche per i bambini e gocce da somministrare per via orale.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Ecofénac?

Con l'assunzione di Ecofénac possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 100)

Mal di testa, senso di stordimento, capogiri, nausea, vomito, diarrea, disturbi gastrici, dolori addominali, flatulenza, diminuzione dell'appetito, eruzione cutanea, accumulo di liquido nei tessuti, tumefazioni, aumento della pressione; irritazione locale (supposte), alterazione della funzione epatica (ad es. aumento della concentrazione degli enzimi epatici nel sangue).

Non comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 1000)

In particolare, se assume una dose giornaliera elevata (150 mg) per un lungo periodo di tempo: possono verificarsi dolore toracico improvviso e opprimente (segni di infarto cardiaco), affanno, difficoltà respiratoria in posizione distesa, tumefazione dei piedi o delle gambe (segni di insufficienza cardiaca).

Raro (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 10'000)

Reazioni di ipersensibilità con tumefazione del viso, della bocca e degli arti (fino al crollo di pressione e allo shock), asma, sonnolenza, infiammazioni e ulcere del tratto gastrointestinale, vomito contenente sangue, diarrea contenente sangue, infiammazione dell'intestino retto (supposte), funzione epatica disturbata, infiammazione epatica, itterizia (molto raramente insufficienza epatica), orticaria, mentre con frequenza ignota la comparsa improvvisa di dolori toracici e reazioni allergiche (segni della sindrome di Kounis).

Molto raro (riguarda meno di 1 utilizzatore su 10'000)

Alterazioni ematologiche, emorragie insolite, ematomi, problemi psichici (incluse insonnia e irritabilità), disturbi della percezione, disturbi della memoria, crampi, sensazione d'ansia, tremore, disturbi della percezione del gusto, alterazione della vista*, vista debole, acufene (tinnito), diminuzione dell'udito, rigidità della nuca, infiammazioni di vasi sanguigni, polmoni e intestino crasso, aggravamento delle emorroidi (supposte), costipazione, infiammazioni del pancreas, della mucosa della bocca, della lingua, eczema, prurito, arrossamento cutaneo infiammatorio, perdita dei capelli, emorragie cutanee, problemi renali acuti, sangue nelle urine, emorragia di origine emorroidaria (supposte).

*Alterazione della vista: se durante il trattamento con Ecofenac dovessero comparire sintomi di disturbo della vista, contatti il suo medico. Potrebbe essere necessaria una visita oculistica per escludere altre cause.

Se osserva uno di questi effetti collaterali, informi il suo medico.

Se osserva effetti collaterali, si rivolga al suo medico o farmacista, soprattutto se si tratta di effetti collaterali non descritti in questo foglietto illustrativo.

Di che altro occorre tener conto?

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sulla confezione.

Indicazione di stoccaggio

Compresse pellicolate gastroresistenti

Conservare nella confezione originale, non al di sopra di 25°C e fuori dalla portata dei bambini.

Supposte

Conservare nella confezione originale, a temperatura ambiente (15–25°C) e fuori dalla portata dei bambini.

Compressa a due strati

Conservare nella confezione originale, a temperatura ambiente (15–25°C) e fuori dalla portata dei bambini.

Ulteriori indicazioni

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Ecofénac?

Principi attivi

1 compressa pellicolate gastroresistente contiene 25 mg o 50 mg di diclofenac-sodico.

1 supposta contiene 100 mg di diclofenac-sodico.

1 compressa a due strati contiene 75 mg o 150 mg di diclofenac-sodico.

Sostanze ausiliarie

Compresse pellicolate gastroresistenti:

Nucleo: lattosio, calcio fosfato bibasico, cellulosa microcristallina, amido di mais, sodio amilo glicolato, magnesio stearato, silice colloidale.

Rivestimento: dispersione d'acido metacrilico-etile acrilato copolimero (1:1) 30%, trietilcitrato, talco, titanio diossido (E 171), ossido di ferro giallo (E 172), idrossido di sodio.

Supposte: grasso duro.

Compresse a due strati: lattosio, ipromellosa, cellulosa microcristallina, calcio fosfato bibasico, amido di mais, sodio amilo glicolato, silice colloidale, magnesio stearato, ossido di ferro rosso (E 172).

Numero dell’omologazione

47823, 47825, 55513 (Swissmedic)

Dove è ottenibile Ecofénac? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia dietro presentazione della prescrizione medica.

Compresse pellicolate gastroresistenti da 25 mg: confezioni da 30 e 100.

Compresse pellicolate gastroresistenti da 50 mg: confezioni da 20 e 100.

Supposte da 100 mg: confezioni da 10.

Compresse a due strati da 75 mg: confezioni da 20 e 100.

Compresse a due strati da 150 mg: confezioni da 10, 30 e 100.

Titolare dell’omologazione

Sandoz Pharmaceuticals S.A., Risch; domicilio: Rotkreuz

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel dicembre 2019 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

Visualizzare le informazioni specialistiche sul medicinale