Immagine del prodotto Orfiril Sirup 300mg/5ml M Dosierspritze Flasche 250ml
Immagine del prodotto Orfiril Sirup 300mg/5ml M Dosierspritze Flasche 250ml

Orfiril Sirup 300mg/5ml M Dosierspritze Flasche 250ml

Generalmente pronto per il ritiro entro 24 ore. Dettagli
Questo medicinale appartiene alla lista B e viene pertanto erogato su ricetta. Se dispone di una ricetta medica, potrà inviarcela per posta e a quel punto potremo spedirle il medicinale. Maggiori dettagli

AVVERTENZA

SE ASSUNTO DURANTE LA GRAVIDANZA, ORFIRIL SIRUP (VALPROATO) PUÒ NUOCERE GRAVEMENTE AL NASCITURO.

Se è una donna in età fertile, deve utilizzare almeno un metodo contraccettivo efficace, senza interruzione, per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo. Il suo medico ne parlerà con lei, ma la invitiamo ugualmente a seguire le raccomandazioni del paragrafo «Si può assumere Orfiril sciroppo durante la gravidanza o l’allattamento?» del presente foglietto illustrativo.

Fissi urgentemente una visita dal suo medico se desidera una gravidanza o se pensa di essere incinta.

Non sospenda l’assunzione di Orfiril sciroppo senza consultare il suo medico poiché la sua malattia potrebbe aggravarsi.

Che cos’è Orfiril sciroppo e quando si usa?

Orfiril sciroppo è un medicamento per il trattamento dell'epilessia; questa malattia è causata dall'ipereccitabilità temporanea di alcune cellule nervose nel cervello, la quale conduce al cosiddetto «attacco» epilettico.

Per evitare l'insorgenza improvvisa di questi attacchi, il medico le ha prescritto Orfiril sciroppo.

Questo preparato permette uno sviluppo scolare e professionale normale e una partecipazione attiva alla vita sociale.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario che lei assuma sempre Orfiril sciroppo regolarmente.

Una gravidanza non pianificata non è auspicabile per le donne che assumono medicamenti antiepilettici. Se lei è in età fertile, faccia uso di un metodo contraccettivo sicuro. Orfiril sciroppo non influenza l'effetto della pillola anticoncezionale: essa mantiene la sua efficacia.

Quando non si può assumere Orfiril sciroppo?

Non assuma Orfiril sciroppo:

-Non deve assumere Orfiril sciroppo se è incinta, tranne il caso in cui nessun altro trattamento sia efficace o tollerato. È indispensabile parlare approfonditamente con il suo medico dei rischi per il nascituro.

-Se è una donna in età fertile, non deve assumere Orfiril sciroppo, tranne il caso in cui utilizzi almeno un metodo contraccettivo efficace per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo. Non interrompa il trattamento con Orfiril sciroppo né l'utilizzo del metodo contraccettivo prima di averne parlato con il suo medico specialista. Il suo medico le fornirà ulteriori consigli (vedere il paragrafo seguente «Si può assumere Orfiril sciroppo durante la gravidanza o l'allattamento?» - Consigli importanti all'attenzione delle donne).

Non assuma Orfiril sciroppo se lei:

-soffre di una malattia del fegato o di disturbi del fegato o del pancreas,

-se lei, il suo bambino e/o un familiare ha sofferto in passato di un'infiammazione del fegato dovuta a medicamenti,

-soffre di porfiria epatica (una rara malattia metabolica),

-soffre di tendenza alle emorragie,

-soffre di ipersensibilità a Orfiril sciroppo.

-soffre di una malattia genetica di origine mitocondriale (ad es. sindrome di Alpers-Huttenlocher),

-soffre di una malattia metabolica conosciuta, come un disturbo del ciclo dell'urea.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Orfiril sciroppo?

Orfiril sciroppo può potenziare l'effetto di altri medicamenti, quali ad esempio:

-determinati medicamenti che agiscono sul sistema nervoso e sulla psiche (i neurolettici per il trattamento di disturbi psichici, gli antidepressivi o le benzodiazepine per il trattamento dell'insonnia o dell'ansia), la quetiapina e l'olanzapina per il trattamento dei disturbi psichiatrici), il propofol utilizzato nel contesto di anestesia generale).

-determinati medicamenti contro l'epilessia come fenobarbital, primidone, fenitoina, carbamazepina, lamotrigina, felbamato e topiramato.

-La zidovudina (per il trattamento di infezioni virali).

D'altra parte, medicamenti somministrati contemporaneamente a Orfiril sciroppo, quali ad esempio gli anticoagulanti, la cimetidina (per il trattamento delle ulcere gastrointestinali) o gli antibiotici eritromicina e rifampicina, possono indebolirne o potenziarne l'effetto.

Anche gli antibiotici carbapenemici (imipenem, panipenem, meropenem) non dovrebbero essere assunti durante il trattamento con Orfiril sciroppo perché possono ridurne l'efficacia.

Preso in combinazione, Orfiril sciroppo può aumentare le concentrazioni di nimodipina (utilizzato per migliorare il flusso di sangue dopo un ictus).

Durante il trattamento con Orfiril sciroppo, evitare l'assunzione di bevande alcoliche.

Orfiril sciroppo non ha alcuna azione sull'effetto contraccettivo della «pillola». Tuttavia, la «pillola» può ridurre la concentrazione di valproato nel sangue e quindi diminuire potenzialmente l'efficacia di Orfiril sciroppo.

Se lei, o il suo bambino, soffre di malaria o se ha in programma un viaggio in una zona endemica per la malaria, chieda al suo medico se sia il caso di assumere la meflochina per il trattamento o per la prevenzione della malaria, poiché questo medicamento può provocare la comparsa di nuove crisi epilettiche.

Durante il trattamento con Orfiril sciroppo, in caso di dolori o malattie da raffreddamento, soprattutto nei bambini al di sotto dei 3 anni, non si devono assumere medicamenti a base di acido acetilsalicilico (es. aspirina); essi dovrebbero essere rimpiazzati da medicamenti a base di paracetamolo.

Altri medicamenti possono avere un'influenza su Orfiril sciroppo o viceversa: la rufinamide, l'acetazolamide, gli inibitori della proteasi come il lopinavir o il ritonavir (utilizzati per il trattamento dell'HIV), la colestiramina.

Orfiril sciroppo deve essere usato con cautela nei seguenti casi:

•nei bambini sotto i 3 anni che assumono altri antiepilettici o che soffrono di altre malattie neurologiche o metaboliche e nelle forme gravi di epilessia,

•in caso di lupus eritematoso sistemico,

•in caso di disturbi della funzionalità renale e/o carenza di proteine nel sangue,

•in caso di un danno precedente al midollo osseo,

•nei pazienti che soffrono di disturbi del metabolismo, soprattutto di carenze enzimatiche ereditarie, come per esempio un disturbo del metabolismo dell'urea, a causa del rischio di iperammoniemia.in caso di deficit di carnitina-palmitoil transferasi tipo II

•se è a conoscenza di una malattia genetica d'origine mitocondriale nella sua famiglia.

Un esiguo numero di pazienti ha sviluppato pensieri autolesionistici o di suicidio durante la terapia con medicamenti antiepilettici. Contatti immediatamente il suo medico nel caso lei, o il suo bambino, abbia pensieri simili.

Come per tutti gli antiepilettici, in seguito al trattamento con questo medicamento le convulsioni possono aggravarsi o aumentare di frequenza. Se dovesse accadere, contatti immediatamente il suo medico.

Questo medicamento può ridurre la capacità di reazione, la capacità di condurre un veicolo e la capacità di utilizzare attrezzi o macchine!

Dato che la capacità di reazione, soprattutto all'inizio della terapia, può essere diminuita (stanchezza), occorre portare prudenza nel traffico stradale e nelle attività che richiedono particolare concentrazione.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui lei o il suo bambino

-soffre di altre malattie,

-soffre di allergie o

-assume o applica esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa).

Si può assumere Orfiril sciroppo durante la gravidanza o l’allattamento?

Consigli importanti all'attenzione delle donne e dei genitori di giovani ragazze – prevenzione delle gravidanze

Si assicuri di aver letto l'opuscolo informativo per la paziente che le è stato consegnato dal suo medico specialista. Il suo medico discuterà con lei del formulario annuale di consenso delle cure e le chiederà di firmarlo e di conservarlo. Questo formulario attesta che le sono stati spiegati in dettaglio i rischi e che accetta di rispettare le condizioni sopraccitate. Il suo medico o il suo farmacista le consegneranno anche una tessera della paziente per ricordarle i rischi legati all'assunzione di valproato durante la gravidanza.

Non dovrebbe interrompere il trattamento con Orfiril sciroppo, né l'utilizzo del metodo contraccettivo prima di averne parlato con il suo medico. Il suo medico le fornirà i consigli e le informazioni necessari.

-Non deve assumere Orfiril sciroppo se è incinta, tranne il caso in cui nessun altro trattamento sia efficace o tollerato e dopo un colloquio approfondito con il suo medico sui rischi per il nascituro.

-Se è una giovane donna o una donna in età fertile, non deve assumere Orfiril sciroppo, tranne il caso in cui utilizzi almeno un metodo contraccettivo efficace per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo. Non interrompa il trattamento con Orfiril sciroppo né l'utilizzo del metodo contraccettivo prima di averne parlato con il suo medico specialista. Il suo medico le fornirà ulteriori consigli

Rischi legati all'assunzione di valproato (il principio attivo di Orfiril sciroppo) durante la gravidanza (indipendentemente dalla malattia per la quale il valproato viene utilizzato)

•Si rivolga immediatamente al suo medico specialista se ha intenzione di pianificare una gravidanza o in caso di gravidanza reale o presunta.

•Se assunto durante la gravidanza, il valproato espone il nascituro a un rischio. Più la dose è elevata, più i rischi saranno gravi; tuttavia, qualunque dose espone a un rischio.

•Se assunto da una donna incinta, il valproato può provocare malformazioni congenite e nuocere allo sviluppo del bambino. Le malformazioni e i disturbi dello sviluppo possono rivelarsi invalidanti.

•Le malformazioni riportate comprendono la spina bifida (malformazione della colonna vertebrale e del midollo spinale, spesso associata a una paralisi trasversale), malformazioni del viso, del sistema uditivo, del cranio, del cuore, dei reni, delle vie urinarie, degli organi genitali nonché lesioni agli arti.

•Se assume valproato durante la gravidanza, è esposta a un rischio maggiore rispetto ad altre donne di avere un bambino con malformazioni che richiedono cure mediche. Poiché il valproato è utilizzato da molti anni, è stato dimostrato che quasi 10 neonati su 100 nati da madri trattate con valproato presentano malformazioni, rispetto a 2-3 neonati su 100 nella popolazione generale.

Si stima che il 30%-40% dei bambini in età prescolare le cui madri hanno assunto valproato durante la gravidanza presentino problemi di sviluppo nella prima infanzia. I bambini interessati camminano e/o parlano più tardi e/o hanno capacità intellettive inferiori rispetto agli altri bambini e/o hanno difficoltà del linguaggio e/o della memoria.

I disturbi dello spettro autistico sono diagnosticati più spesso nei bambini esposti al valproato; alcuni dati raccolti indicano inoltre che i bambini sono più suscettibili di sviluppare i sintomi del disturbo da deficit di attenzione/iperattività (ADHD - Attention Deficit Hyperactivity Disorder).

•Questi bambini possono presentare anche disturbi della coagulazione, ipotiroidismo (riduzione dell'attività della tiroide che può causare stanchezza e perdita di peso) o ipoglicemia (riduzione del tasso di zucchero nel sangue).

•Nel neonato può insorgere una sindrome di astinenza (agitazione, ipereccitabilità, ipercinesia, alterazioni della tonicità, tremori, convulsioni e disturbi alimentari) se la madre ha assunto Orfiril sciroppo negli ultimi tre mesi di gravidanza.

•Prima di prescriverle questo medicamento, il suo medico specialista dovrà averle spiegato i rischi per il suo bambino in caso di gravidanza durante l'assunzione di valproato. Se successivamente desidera pianificare una gravidanza, non dovrà sospendere l'assunzione del medicamento né smettere di utilizzare il metodo contraccettivo prima di averne parlato con il suo medico.

•Se lei è un genitore o una persona che presta le cure a una giovane ragazza trattata con valproato, deve contattare il medico specialista non appena la ragazza avrà le prime mestruazioni.

•Se sta cercando di avere un bambino, chieda informazioni al suo medico circa l'assunzione di acido folico. L'acido folico potrebbe ridurre il rischio generico di spina bifida e di aborto spontaneo, che può presentarsi in tutte le gravidanze. Tuttavia, i dati disponibili non dimostrano che diminuisca il rischio di malformazioni legate all'utilizzo di valproato.

Scelga la condizione che fa al caso suo tra gli esempi riportati qui di seguito e legga il paragrafo corrispondente:

•INIZIO UN TRATTAMENTO CON ORFIRIL SCIROPPO

•PRENDO ORFIRIL SCIROPPO E NON PREVEDO DI AVERE UN BAMBINO

•PRENDO ORFIRIL SCIROPPO E PREVEDO DI AVERE UN BAMBINO

•SONO INCINTA E PRENDO ORFIRIL SCIROPPO

INIZIO UN TRATTAMENTO CON ORFIRIL SCIROPPO

Se si tratta della sua prima prescrizione di Orfiril sciroppo, il suo medico specialista dovrà spiegarle i rischi per il nascituro in caso di gravidanza. Se è una donna in età fertile, deve utilizzare almeno un metodo contraccettivo efficace, senza interruzione, per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo. Per ricevere consigli sulla contraccezione, si rivolga al suo medico o a un centro di pianificazione familiare.

Messaggi chiave:

•Prima di iniziare il trattamento, il suo medico le chiederà di effettuare un test di gravidanza. Il risultato, che dovrà sottoporre al suo medico, deve confermare che lei non è incinta quando inizia il trattamento con Orfiril sciroppo.

•Deve utilizzare almeno un metodo contraccettivo efficace per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo.

•Deve discutere dei metodi contraccettivi idonei con il suo medico. Il suo medico le darà delle informazioni sulla prevenzione di una gravidanza e potrà consigliarle di rivolgersi a uno specialista che le darà dei consigli sulla contraccezione.

•Deve consultare regolarmente (almeno una volta l'anno) un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia. Durante tale consulto, il suo medico si assicurerà che lei sia consapevole dei rischi e che abbia recepito i consigli legati all'utilizzo del valproato durante la gravidanza.

•Se desidera avere un bambino, ne parli con il suo medico.

•Se è incinta o pensa di esserlo, informi immediatamente il suo medico.

PRENDO ORFIRIL SCIROPPO E NON PREVEDO DI AVERE UN BAMBINO

Se è in trattamento con Orfiril sciroppo ma non prevede di avere un bambino, si assicuri di utilizzare almeno un metodo contraccettivo efficace, senza interruzione, per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo. Per ottenere consigli sulla contraccezione, si rivolga al suo medico o a un centro di pianificazione familiare.

Messaggi chiave:

•Deve utilizzare almeno un metodo contraccettivo efficace per tutta la durata del trattamento con Orfiril sciroppo.

•Deve discutere della contraccezione con il suo medico. Il suo medico le darà delle informazioni sulla prevenzione di una gravidanza e potrà consigliarle di rivolgersi a uno specialista che le darà dei consigli sulla contraccezione.

•Deve consultare regolarmente (almeno una volta l'anno) un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia. Durante tale consulto, il suo medico si assicurerà che lei sia consapevole dei rischi e che abbia compreso le informazioni sull'utilizzo del valproato durante la gravidanza.

•Se desidera avere un bambino, ne parli con il suo medico.

•Se è incinta o pensa di esserlo, informi immediatamente il suo medico.

PRENDO ORFIRIL SCIROPPO E PREVEDO DI AVERE UN BAMBINO

I bambini nati da madri trattate con valproato presentano un grave rischio di malformazioni e di disturbi dello sviluppo che possono rivelarsi gravemente invalidanti. Se prevede di avere un bambino, per prima cosa prenda appuntamento con il suo medico specialista.

Non interrompa il trattamento con Orfiril sciroppo né l'utilizzo del metodo contraccettivo prima di averne parlato con il suo medico. Il suo medico le darà ulteriori consigli e le suggerirà di rivolgersi a un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia, al fine di poter valutare per tempo gli altri possibili trattamenti. Il suo specialista potrà adottare varie misure per fare in modo che la sua gravidanza si svolga nel migliore dei modi e per ridurre quanto più possibile i rischi per lei e per il nascituro.

Il suo specialista dovrà fare tutto il possibile per sospendere il trattamento con Orfiril sciroppo, molto prima che lei rimanga incinta. Se necessario, Orfiril sciroppo sarà sostituito con un altro medicamento per garantire che la sua malattia sia stabile. Consulti il paragrafo successivo per i casi eccezionali in cui ciò non è possibile.

Se sta pianificando una gravidanza, chieda informazioni al suo medico circa l'assunzione di acido folico. L'acido folico potrebbe ridurre il rischio generico di spina bifida e di aborto spontaneo, che può essere presente in tutte le gravidanze. Tuttavia, è improbabile che diminuisca il rischio di malformazioni legate all'utilizzo di valproato.

Messaggi chiave:

•Non sospenda l'assunzione di Orfiril sciroppo senza aver consultato il suo medico.

•Non interrompa l'utilizzo dei suoi metodi contraccettivi prima di averne discusso con il suo medico specialista e aver concordato un trattamento. Ciò al fine di assicurare che la sua malattia sia sotto controllo e che i rischi per il suo bambino siano ridotti.

•Per prima cosa prenda appuntamento con il suo medico. Durante la visita, il suo medico si assicurerà che lei sia consapevole dei rischi e che abbia recepito i consigli legati all'utilizzo del valproato durante la gravidanza.

•Il suo medico specialista dovrà fare tutto il possibile per sospendere il trattamento con Orfiril sciroppo, sostituendolo con un altro medicamento, se necessario, molto prima che lei rimanga incinta.

•Fissi urgentemente una visita dal suo medico se è incinta o pensa di esserlo.

SONO INCINTA E PRENDO ORFIRIL SCIROPPO

I bambini nati da madri trattate con valproato presentano un grave rischio di malformazioni e di disturbi dello sviluppo che possono rivelarsi gravemente invalidanti.

Non sospenda l'assunzione di Orfiril sciroppo senza aver consultato il suo medico in quanto la sua malattia potrebbe aggravarsi. Fissi urgentemente una visita dal suo medico se è incinta o pensa di esserlo. Il suo medico le darà ulteriori consigli e la indirizzerà a un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia per poter fare tutto il possibile al fine di sospendere il trattamento e valutare tutte le altre possibilità terapeutiche.

In situazioni eccezionali, ossia nel caso in cui Orfiril sciroppo sia l'unica opzione terapeutica disponibile durante la sua gravidanza:

•sarà seguita attentamente, sia per quanto riguarda il trattamento della malattia che il monitoraggio dello sviluppo del nascituro. Il suo medico potrà consigliarle di rivolgersi a uno specialista, affinché lei e il suo partner riceviate sostegno e consigli su una gravidanza concomitante al trattamento con valproato.

Chieda informazioni al suo medico circa l'assunzione di acido folico. L'acido folico potrebbe ridurre il rischio generico di spina bifida e di aborto spontaneo, che può presentarsi in tutte le gravidanze. Tuttavia, i dati disponibili non dimostrano che diminuisca il rischio di malformazioni legate all'utilizzo di valproato.

Messaggi chiave:

•Fissi urgentemente una visita dal suo medico se è incinta o pensa di esserlo.

•Non sospenda l'assunzione di Orfiril sciroppo senza aver consultato il suo medico.

•Si assicuri di essere indirizzata a un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia, al fine di valutare tutte le possibilità per sospendere il trattamento e sostituirlo con un altro medicamento, se necessario.

•Deve ricevere consigli esaurienti sui rischi legati all'assunzione di Orfiril sciroppo durante la gravidanza, in particolare i rischi di malformazioni e gli effetti sullo sviluppo dei bambini.

•Si assicuri di essere indirizzata a un medico specializzato in sorveglianza prenatale, al fine di diagnosticare eventuali malformazioni.

Poiché il principio attivo di Orfiril sciroppo passa nel latte materno, si raccomanda di consultare il medico se si desidera allattare. Il medico deciderà se è possibile proseguire il trattamento durante l'allattamento.

Come usare Orfiril sciroppo?

Il trattamento con Orfiril sciroppo deve essere avviato e tenuto sotto controllo da un medico specializzato nel trattamento dell'epilessia. Si attenga sempre alle indicazioni del suo medico, che ha determinato la dose adatta ai suoi bisogni personali.

La dose giornaliera prescritta può essere distribuita su 2-4 dosi singole. Lei o il suo bambino deve prendere Orfiril sciroppo con o dopo i pasti con un po' di liquido.

Prenda la quantità di sciroppo prescritta dal medico servendosi della siringa dosatrice in dotazione.

Una siringa dosatrice (5 ml di soluzione) di Orfiril sciroppo contiene 300 mg di valproato sodico.

Mezza siringa dosatrice (2,5 ml di soluzione) contiene 150 mg di valproato sodico.

Troverà istruzioni sulla manipolazione della siringa dosatrice nell'ultima parte di questa informazione destinata ai pazienti.

In determinati casi Orfiril sciroppo è prescritto in combinazione con altri medicamenti. Si attenga esattamente alle prescrizioni posologiche anche per quanto riguarda questi medicamenti. Non assuma altri medicamenti senza aver consultato il medico!

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte, ne parli al suo medico o al suo farmacista.

È molto importante che lei si attenga sempre scrupolosamente alle prescrizioni del suo medico e che assuma Orfiril sciroppo regolarmente. Se si dimentica una volta di assumere Orfiril sciroppo, non cerchi di compensare tale dimenticanza assumendo il doppio della dose la prossima volta, ma continui ad assumere la dose prescritta. Se dimentica di assumere più di una dose, si rivolga al suo medico.

Quali effetti collaterali può avere Orfiril sciroppo?

Nei seguenti casi deve informare immediatamente il suo medico:

-se è incinta o pensa di esserlo (vedere «Si può assumere Orfiril sciroppo durante la gravidanza o l'allattamento?»,

-se insorgono emorragie delle gengive o del naso,

-se insorgono emorragie puntiformi sulla pelle o se si manifesta una tendenza alla formazione di ematomi,

-se la sua urina, o quella del suo bambino, ha improvvisamente una colorazione da rossa a marrone scura,

-se ha pianificato un intervento chirurgico o dentistico,

-se si manifesta una diminuzione dell'udito,

-se insorgono dolori addominali intensi, dolori addominali inconsueti o vomito: tali disturbi possono indicare una pancreatite (infiammazione del pancreas), che può insorgere raramente durante il trattamento con Orfiril sciroppo,

-recidive improvvise di attacchi epilettici dopo un lungo periodo senza attacchi, malgrado l'assunzione di Orfiril sciroppo sia stata regolare,

-peggioramento veloce dello stato generale (stanchezza, sonnolenza, inappetenza), seguito da vomito e dolori addominali, disturbi del movimento, eventualmente ittero,

-se lei o il suo bambino ha di colpo freddo e/o sente una diminuzione della temperatura corporea,

-patologie renali

-disturbi neurologici che comportano movimenti involontari e anormali, rigidità o contrazioni muscolari.

-diminuzione dell'attività della tiroide che può comportare affaticamento o aumento di peso (ipotiroidismo),

-reazioni allergiche che possono causare dolori articolari, eruzioni cutanee e febbre (lupus eritematoso sistemico),

-difficoltà respiratorie e dolore dovuti a un'infiammazione della pleura (versamento pleurico),

-aumento della frequenza e della gravità delle convulsioni,

-sono stati riferiti, inoltre, casi di affezioni ossee (riduzione della densità ossea), di osteopenia, osteoporosi e fratture. Informi il suo medico o farmacista se assume da tempo farmaci antiepilettici come Orfiril sciroppo, se ha già sofferto di osteoporosi o se è in trattamento con steroidi (farmaci a base di cortisone).

Possono insorgere altri effetti collaterali indesiderati, per lo più innocui e solitamente reversibili, che possono rendere necessaria un'eventuale terapia.

I più frequenti sono:

-Cambiamenti dell'appetito con aumento di peso, soprattutto negli adolescenti e nelle giovani donne,

-mal di testa,

-sonnolenza, stordimento,

-vertigini,

-formicolio e intorpidimento dei piedi o delle mani,

-aggressività, agitazione, disturbi dell'attenzione,

-nausea, dolori allo stomaco o diarrea, soprattutto all'inizio del trattamento,

-incontinenza urinaria,

-alterazione delle unghie.

I seguenti effetti collaterali sono stati osservati più raramente:

-reazioni allergiche,

-disturbi del sistema nervoso quali torpore; stati di stupore, stati confusionali, allucinazioni, letargia, coma transitorio; iperattività o irritabilità; tremore a riposo, soprattutto alle mani, parestesie,

-disturbi psichiatrici quali iperattività psicomotoria, comportamento anomalo,

-disturbi dell'apprendimento

-acufene (tinnito),

-piedi e gambe gonfi (edemi),

-reazioni cutanee,

-caduta dei capelli leggera e passeggera, crescita anomala dei capelli, anomalie nella struttura dei capelli, cambiamento del colore dei capelli

-irsutismo (soprattutto nelle donne), virilismo, acne (iperandrogenismo),

-disturbi gengivali (soprattutto ipertrofia)

-obesità,

-dolori, gonfiori, ulcere e infiammazioni alla bocca,

-disturbi renali,

-disturbi mestruali,

-disturbi della coordinazione dei movimenti volontari,

-perdita notturna involontaria e inconscia d'urina

-sterilità maschile

-visione doppia.

Se nota effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il medico o il farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare a temperatura ambiente (15-25 °C) e fuori dalla portata dei bambini. Orfiril sciroppo va utilizzato entro 12 settimane dall'apertura del contenitore.

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «Verwendbar bis» sul contenitore. Se ha delle confezioni scadute, esse vanno riportate in farmacia.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Orfiril sciroppo?

Il principio attivo di Orfiril sciroppo è il valproato di sodio.

1 siringa dosatrice (5 ml) di sciroppo contiene: 300 mg di valproato di sodio, gli aromi vanillina, saccarina sodica e ciclamato sodico, il colorante carmin (E120), i conservanti propilparaidrossibenzoato (E216) e metilparaidrossibenzoato (E218) e sostanze ausiliarie.

Numero dell’omologazione

43225 (Swissmedic)

Dove è ottenibile Orfiril sciroppo? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Orfiril sciroppo (con adattatore e siringa dosatrice): 250 ml (300 mg/5 ml)

Titolare dell’omologazione

Desitin Pharma GmbH • 4410 Liestal • Svizzera

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nell'settembre 2019 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

Istruzioni per la manipolazione della siringa dosatrice

Prima della prima assunzione:

64810.jpeg

Posizionare il flacone verticalmente su un tavolo. Spingere fermamente l’adattatore con la siringa dosatrice nell’apertura del flacone. Per spingere l’adattatore completamente nell’apertura, chiudere eventualmente il flacone avvitandovi la chiusura.

Prelievo della dose prescritta:

64811.jpeg

1.Capovolgere il flacone con la siringa inserita, ritirare lentamente lo stantuffo della siringa dosatrice e spingerlo di nuovo completamente nella siringa per rimuovere eventuali bolle d’aria.

2.Prelievo della dose prescritta: ritirare lentamente lo stantuffo della siringa dosatrice fino alla tacca della dose che le è stata prescritta. Per le dosi che superano i 5 ml per assunzione, ripetere l’operazione più volte fino a raggiungere il dosaggio necessario.

3.Assumere la dose del medicamento direttamente dalla siringa dosatrice o mescolarla in un piccolo bicchiere d’acqua, agitare e bere subito.

4.Dopo l’uso chiudere il flacone e pulire la siringa dosatrice accuratamente con acqua corrente. L’adattatore resta nel flacone.

Visualizzare le informazioni specialistiche sul medicinale