Immagine del prodotto Olmesartan HCT Mylan Filmtabletten 40/12.5mg 98 Stück
Immagine del prodotto Olmesartan HCT Mylan Filmtabletten 40/12.5mg 98 StückImmagine del prodotto Olmesartan HCT Mylan Filmtabletten 40/12.5mg 98 Stück

Olmesartan HCT Mylan Filmtabletten 40/12.5mg 98 Stück

Generalmente pronto per il ritiro in un arco di tempo che va da 2 a 3 giorni. Dettagli
Questo medicinale appartiene alla lista B e viene pertanto erogato su ricetta. Se dispone di una ricetta medica, potrà inviarcela per posta e a quel punto potremo spedirle il medicinale. Maggiori dettagli

Che cos'è Olmesartan HCT Mylan e quando si usa?

Su prescrizione medica.

Olmesartan HCT Mylan è un'associazione di due principi attivi, olmesartanmedoxomil e idroclorotiazide, usata per il trattamento dell'ipertensione (ipertonia).

  • L'olmesartanmedoxomil appartiene a un gruppo di medicamenti denominati «antagonisti recettoriali dell'angiotensina II». Provoca un rilasciamento dei vasi sanguigni e una riduzione della pressione arteriosa.
  • L'idroclorotiazide fa parte di un gruppo di medicamenti denominati «diuretici tiazidici» («compresse per urinare»). Aumenta la secrezione urinaria, riducendo così la pressione arteriosa.

L'associazione dei due principi attivi in Olmesartan HCT Mylan abbassa la pressione arteriosa più di quanto non

farebbe ciascun principio attivo somministrato da solo.

Olmesartan HCT Mylan viene impiegato nel trattamento dell'ipertensione arteriosa di cui non si riconosce una causa organica (ipertonia essenziale), qualora la cura con un solo principio attivo non determini un sufficiente abbassamento della pressione arteriosa.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

L'ipertensione può danneggiare i vasi sanguigni di diversi organi, quali quelli cardiaci, renali, cerebrali e oculari. In alcuni casi, ciò può causare infarto miocardico, insufficienza cardiaca o renale, ictus o cecità. Di regola, l'ipertensione non causa alcun sintomo. È importante però controllare la pressione sanguigna e, se necessario, curare i valori troppo elevati, per prevenire la comparsa di danni a lungo termine.

L'ipertensione arteriosa può essere curata e tenuta sotto controllo con medicamenti quali Olmesartan HCT Mylan. Il suo medico probabilmente le ha consigliato anche di modificare il suo stile di vita per favorire la riduzione della pressione (dimagrire, smettere di fumare, evitare l'alcool, seguire un'alimentazione povera di sale). Forse il medico le ha anche suggerito di fare regolarmente un po' di attività fisica, ad es. fare delle passeggiate, nuotare. È importante seguire questi suggerimenti del medico.

Quando non si può assumere Olmesartan HCT Mylan?

Olmesartan HCT Mylan non si può assumere nei seguenti casi:

  • Allergia (ipersensibilità) a olmesartanmedoxomil o idroclorotiazide, a uno degli altri componenti delle compresse rivestite con film o a sostanze derivate dalle sulfonamidi,
  • Se soffre di diabete mellito o ha una funzione renale compromessa e viene trattato con un medicamento contenente aliskiren per abbassare la pressione sanguigna,
  • Se è in gravidanza (vedere «Si può usare Olmesartan HCT Mylan durante la gravidanza o l'allattamento?»),
  • Grave limitazione della funzione renale,
  • Riduzione non trattabile del potassio (ipokaliemia) e del sodio (iponatriemia) nel siero,
  • Aumento non trattabile del calcio (ipercalcemia) nel siero,
  • Gotta, calcoli urinari (calcolosi uratica),
  • Disturbi del deflusso della bile dalla cistifellea provocati da ostruzione delle vie biliari, ad es. da calcoli biliari, problemi moderati (Olmesartan HCT Mylan 40 mg/12,5 mg e 40 mg/25 mg) o gravi (tutti i dosaggi) a carico del fegato o colorazione giallastra della pelle e degli occhi (ittero),
  • Se in passato, in occasione dell'assunzione di un medicamento antipertensivo sono comparsi gonfiori del volto, delle labbra e della gola, o se soffre di un disturbo ereditario del sistema immunitario che causa tali gonfiori (cosiddetto angioedema).

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Olmesartan HCT Mylan?

Informi il suo medico se assume uno dei seguenti medicamenti per il trattamento della pressione sanguigna elevata:

  • un ACE-inibitore (ad es. enalapril, lisinopril, ramipril), in particolare se ha problemi ai reni a causa di un diabete mellito,
  • aliskiren.

Il suo medico controllerà eventualmente a intervalli regolari la funzione renale, la pressione sanguigna e i livelli degli elettroliti (ad es. potassio) nel sangue.

Vedere anche il paragrafo «Quando non si può assumere Olmesartan HCT Mylan?».

Informi il suo medico nel caso in cui soffra di altre malattie, in particolare se soffre dei seguenti problemi di salute:

  • Malattie nefrologiche o successivamente a trapianto renale,
  • Disturbi della funzione epatica,
  • Malattie cardiache o problemi delle valvole cardiache o della muscolatura cardiaca,
  • Vomito con sensazione di malessere oppure diarrea grave o perdurante da diversi giorni,
  • Trattamento con diuretici a dosi elevate o in caso di dieta povera di sale,
  • Problemi alle ghiandole surrenali, p.es. innalzamento dei livelli di aldosterone (aldosteronismo primario),
  • Diabete. L'idroclorotiazide può causare un aumento della glicemia. Un diabete non ancora manifesto può comparire con la terapia tiazidica,
  • Lupus eritematoso, una malattia del sistema immunitario dell'organismo con interessamento cutaneo, poiché l'idroclorotiazide può provocare un peggioramento o una ricomparsa di questa malattia,
  • Allergia o asma.

Informi il medico se si manifesta uno dei seguenti sintomi:

  • diarrea severa e prolungata con significativa perdita di peso. Il suo medico valuterà la sintomatologia e deciderà se proseguire questo trattamento antiipertensivo.
  • Se nota una perdita della vista o avverte dolore agli occhi, ciò può essere riconducibile a un accumulo di fluido nella tonaca vascolare dell'occhio (effusione coroideale) o a un aumento della pressione intraoculare. Questi sintomi possono comparire da ore a settimane dopo l'assunzione di Olmetec Plus e possono portare a una perdita permanente della vista, se non trattati tempestivamente. Se ha un'allergia alle penicilline o alle sulfonamidi, è possibile che il rischio di soffrire di effusione coroideale sia maggiore.

Il suo medico potrebbe volerla visitare più spesso e prescriverle qualche analisi se lei si trova in qualcuna delle condizioni precedenti.

Olmesartan HCT Mylan può determinare un aumento della lipidemia e dell'acidità titolabile urinaria (causa di gotta, una tumefazione dolente delle articolazioni). Il suo medico la sottoporrà probabilmente a esami periodici del sangue per controllare questi valori.

Olmesartan HCT Mylan può influenzare in diversi modi il di bilancio dei liquidi e dei sali nell'organismo.

Prima di iniziare il trattamento con Olmesartan HCT Mylan, il medico controllerà la circolazione e il sangue e, nel caso di una carenza di liquidi o di sali, li reintegrerà, per prevenire una riduzione troppo pronunciata della pressione sanguigna. Anche durante la terapia con Olmesartan HCT Mylan il medico controllerà i sali nel sangue (soprattutto potassio, magnesio, sodio, cloro).

I seguenti sintomi possono essere un segno di disturbi del bilancio dei liquidi e dei sali nell'organismo: sete, secchezza del cavo orale, sensazione di debolezza, svogliatezza (letargia), sonnolenza, agitazione, dolori o crampi muscolari, debolezza muscolare, pressione arteriosa troppo bassa, ridotta escrezione urinaria, tachicardia e disturbi digestivi, quale nausea e vomito (vedere anche «Quali effetti collaterali può avere Olmesartan HCT Mylan?»). Informi il suo medico se nota la comparsa di tali sintomi.

Come per tutti i medicamenti antipertensivi, una riduzione eccessiva della pressione nei pazienti con malattie cardiache o arteriosclerosi dei vasi sanguigni cerebrali potrebbe causare un infarto miocardico o un ictus. Per questo, il suo medico controllerà scrupolosamente la sua pressione arteriosa.

Se è in programma un esame della funzione delle paratiroidi, interrompa l'assunzione di Olmesartan HCT Mylan prima di effettuare il test.

L'uso di Olmesartan HCT Mylan può far risultare positivi i controlli anti-doping. L'uso di Olmesartan HCT Mylan come agente doping può comportare un rischio per la salute.

Se ha avuto in precedenza un tumore alla pelle o se nota cambiamenti inaspettati della pelle durante il trattamento. Il trattamento con idroclorotiazide (uno dei principi attivi di Olmesartan HCT Mylan), specialmente per periodi prolungati e a dosi elevate, può aumentare il rischio di alcuni tipi di cancro della pelle e del labbro (cancro della pelle «chiaro» non-melanocitico). Protegga la sua pelle dalla luce solare e dai raggi UV durante l'uso di Olmesartan HCT Mylan e controlli regolarmente la pelle per segnalare eventuali cambiamenti inaspettati al suo medico.

Interazioni con altri medicamenti

Informi il suo medico o il suo farmacista se assume/usa o ha recentemente assunto altri medicamenti, anche se si tratta di medicamenti non soggetti all'obbligo di prescrizione medica. Infatti, possono comparire interazioni tra questi medicamenti e Olmesartan HCT Mylan (potenziamento o indebolimento dell'azione o comparsa di più effetti collaterali).

Potrebbe eventualmente essere necessario modificare il dosaggio, condurre delle indagini o rinunciare completamente a un impiego contemporaneo di altri medicamenti.

Ciò vale soprattutto per i seguenti medicamenti:

  • Altri medicamenti che abbassano la pressione sanguigna, tra cui betabloccanti, metildopa e diazossido, perché possono potenziare l'effetto di Olmesartan HCT Mylan e la frequenza di effetti collaterali può aumentare,
  • Medicamenti che influiscono sui livelli di potassio nel sangue, quali i preparati contenenti potassio, i diuretici, il medicamento anticoagulante eparina, i lassativi, il carbenoxolone, l'antifungino amfotericina B, l'antibiotico penicillina-G-sodica, i preparati cortisonici, l'ormone adrenocorticotropo (agisce come il cortisone) e diversi medicamenti antidolorifici come aspirina o salicilati,
  • Medicamenti che influiscono sul sistema immunitario (ciclosporina),
  • Medicamenti contro dolori e

infiammazioni e altri sintomi infiammatori compresa l'artrite (antireumatici/antiflogistici non steroidei),

  • Alcool, determinati sonniferi e calmanti, antidepressivi e medicamenti per la cura di altre malattie psichiche,
  • Colestiramina e colestipol, per abbassare i valori della lipidemia nel sangue,
  • Litio, per il trattamento di malattie psichiche,
  • Medicamenti in grado di modificare il ritmo cardiaco come pentamidina, terfenadina, dofetilide, ibutilide o iniezioni di eritromicina,
  • Medicamenti per il trattamento di determinate malattie psichiche come tioridazina, clorpromazina, levomepromazina, trifluoroperazina, ciamemazina, sulpiride, amisulpride, pimozide, sultopride, tiapride, droperidolo o aloperidolo,
  • Determinati medicamenti per il trattamento di problemi cardiaci come chinidina, idrochinidina, disopiramide, amiodarone, sotalolo o digitale,
  • Medicamenti ipoglicemizzanti (antidiabetici orali e insulina),
  • Medicamenti antigottosi (allopurinolo, probenecid),
  • Preparati a base di sostituti del calcio,
  • Medicamenti per la cura dei tumori o per la riduzione degli effetti collaterali dei medicamenti antitumorali (p. es. ciclofosfamide, metotrexato, amifostina),
  • Tetracicline (antibiotici) o sparfloxacina,
  • Medicamenti contro l'iperacidità di stomaco (idrossido di magnesio e di alluminio),
  • Medicamenti miorilassanti (derivati del curaro per l'uso negli interventi chirurgici, baclofen),
  • Narcotici
  • Principi attivi cosiddetti «anticolinergici», quali atropina e biperidene (per la cura di diversi disturbi, quali ad es. i crampi gastrointestinali, i crampi della vescica urinaria, l'asma, la chinetosi, il morbo di Parkinson e come ausili per la narcosi),
  • Medicamenti quali la noradrenalina, che vengono somministrati per aumentare la pressione arteriosa e in caso di bradicardia,
  • Amantadina, un medicamento che agisce contro i virus (per il trattamento del morbo di Parkinson e anche dell'influenza),
  • Cisapride, un medicamento che favorisce la motilità gastrointestinale,
  • Alofantrina, un medicamento contro la malaria,
  • Difemanile, un medicamento per ridurre il battito cardiaco o una sudorazione eccessiva.

Capacità di condurre un veicolo e di utilizzare macchinari

Questo medicamento può ridurre la capacità di reazione, la capacità di condurre un veicolo e la capacità di utilizzare attrezzi o macchine!

Come altri medicamenti antipertensivi, anche Olmesartan HCT Mylan può provocare vertigini e stanchezza. Perciò, è necessaria prudenza quando si guida e quando si utilizzano macchinari. Non deve guidare né azionare macchine fino alla scomparsa dei disturbi.

Informi il Suo medico o il Suo farmacista nel caso in cui:

  • soffre di altre malattie,
  • soffre di allergie o
  • assume altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa) o li applica esternamente.

Si può assumere Olmesartan HCT Mylan durante la gravidanza o l'allattamento?

Gravidanza

Olmesartan HCT Mylan non deve essere assunto durante la gravidanza. Informi il suo medico se pensa di essere (o se potrebbe entrare) in gravidanza. Il suo medico le consiglierà un altro medicamento.

Allattamento

Informi il suo medico se è in fase di allattamento o se vuole iniziare ad allattare. L'uso di Olmesartan HCT Mylan durante l'allattamento non è raccomandato. Se lei desidera allattare il suo bambino, il medico può scegliere un altro trattamento, soprattutto se il bambino è ancora in età neonatale o se è nato prematuro.

Se lei è in corso di gravidanza o sta allattando, se pensa, sospetta o sta pianificando una gravidanza, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicamento.

Come usare Olmesartan HCT Mylan?

Assuma sempre Olmesartan HCT Mylan seguendo esattamente le indicazioni del suo medico. In caso di dubbio, chieda consiglio al suo medico o al suo farmacista.

Le compresse rivestite con film Olmesartan HCT Mylan possono essere assunte ai pasti o lontano dai pasti. Le compresse rivestite con film vanno ingerite intere, con un bicchier d'acqua. Se possibile, assuma la dose giornaliera sempre alla stessa ora, ad es. a colazione. È importante assumere Olmesartan HCT Mylan fino a quando il medico non prescriva diversamente.

Se non diversamente prescritto dal medico, il dosaggio consigliato corrisponde a 1 compressa rivestita con film di Olmesartan HCT Mylan 20 mg/12,5 mg o 40 mg/12,5 mg al giorno. Se con una compressa rivestita con film di Olmesartan HCT Mylan 20 mg/12,5 mg o 40 mg/12,5 mg non si raggiunge un controllo sufficiente della pressione arteriosa, il suo medico può aumentare la dose portandola a 1 compressa rivestita con film Olmesartan HCT Mylan 20 mg/25 mg o 40 mg/25 mg.

Pazienti anziani

Non è necessario alcun aggiustamento della dose.

Bambini e adolescenti (sotto i 18 anni)

Olmesartan HCT Mylan non è raccomandato nei bambini e adolescenti sotto i 18 anni di età.

Pazienti di pelle nera

Come con altri medicamenti simili, l'effetto di riduzione della pressione arteriosa di Olmesartan HCT Mylan è, in qualche modo, ridotto nei pazienti di pelle nera.

Disturbi della funzione epatica o renale

Olmesartan HCT Mylan non deve essere assunto in presenza di una forte riduzione della funzione epatica o renale. In caso di disturbi moderati della funzione epatica, il dosaggio avviene secondo le indicazioni del medico; la dose massima di 1 compressa rivestita con film di Olmesartan HCT Mylan 20 mg/25 mg non deve essere superata.

Errori di impiego e sovradosaggio

Se ha assunto una quantità di Olmesartan HCT Mylan maggiore del dovuto, o se un bambino ha ingerito le compresse rivestite con film, si rivolga immediatamente al suo medico o al pronto soccorso più vicino portando con sé la confezione del medicamento.

Se ha dimenticato di assumere una dose, prenda la dose normale il giorno successivo. Non prenda delle compresse in più per recuperare quelle dimenticate.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte, ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Olmesartan HCT Mylan?

In seguito all'assunzione di Olmesartan HCT Mylan possono comparire i seguenti effetti collaterali:

I due effetti collaterali seguenti possono essere gravi:

In casi rari possono manifestarsi reazioni allergiche, che possono interessare tutto il corpo, con gonfiore del viso, della bocca e/o della laringe associato a prurito ed eruzione cutanea. In questo caso, interrompa l'assunzione di Olmesartan HCT Mylan e si rivolga immediatamente al suo medico.

In persone sensibili o come conseguenza di una reazione allergica, Olmesartan HCT Mylan può provocare una forte riduzione della pressione arteriosa. Occasionalmente possono comparire stordimento o perdita dei sensi. In questo caso, interrompa l'assunzione di Olmesartan HCT Mylan, informi immediatamente il suo medico e si metta in posizione sdraiata.

Olmesartan HCT Mylan è un'associazione di due principi attivi. Di seguito, vengono prima elencati altri possibili effetti collaterali (oltre a quelli già citati) osservati con l'associazione Olmesartan HCT Mylan, quindi quelli noti con l'uso dei singoli principi attivi.

Per dare un'idea di quanti pazienti soffrano di effetti collaterali, questi vengono riportati suddivisi in frequenti, occasionali, rari e molto rari.

Con Olmesartan HCT Mylan si sono osservati finora i seguenti altri effetti collaterali:

Quando compaiono questi effetti collaterali, essi sono spesso lievi e non è necessario interrompere il trattamento.

Comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 100)

Vertigini, debolezza, cefalea, stanchezza, dolore toracico, gonfiore di caviglie, piedi, gambe, mani o braccia.

Non comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 1000)

Palpitazioni, eruzione cutanea, eczema, capogiri, tosse, problemi digestivi, dolori addominali, nausea, vomito, diarrea, crampi e dolori muscolari, dolori alle articolazioni, alle braccia e alle gambe, mal di schiena, disturbi dell'erezione, sangue nelle urine.

Occasionalmente si sono osservate anche alcune alterazioni nei risultati degli esami del sangue, tra cui: Aumento dei grassi nel sangue, aumento dei livelli di urea o di acido urico nel sangue, innalzamento della creatinina, aumento o riduzione del potassio nel sangue, aumento del calcio nel sangue, aumento della glicemia così come dei valori dei test di funzionalità epatica. Con un esame del sangue il suo medico può verificare questi valori e informarla qualora lei debba prestare attenzione a qualcosa.

Raro (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 10'000)

Malessere, disturbi della coscienza, rilievi cutanei (pomfi), insufficienza renale acuta.

In rari casi si sono osservate anche alcune alterazioni dei risultati delle analisi del sangue; tra le quali: Aumento dell'azoto ureico nel sangue, riduzione dei valori di emoglobina ed ematocrito. Il suo medico è in grado di individuare queste alterazioni mediante un esame del sangue e la informerà se bisogna prestare attenzione a qualcosa.

Altri effetti collaterali osservati con l'uso di olmesartanmedoxomil o di idroclorotiazide da soli: Olmesartanmedoxomil

Comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 100)

Bronchite, tosse, cola rinorrea od ostruzione delle vie nasali, mal di gola, dolori addominali, problemi digestivi, diarrea, nausea, infiammazione gastrointestinale, dolori articolari od ossei, mal di schiena, sangue nelle urine, infezioni urinarie, sintomi simil-influenzali, dolore.

Di frequente si sono osservate anche alcune alterazioni dei risultati degli esami del sangue, tra i quali figurano:

Aumento dei grassi nel sangue, aumento dell'urea o dell'acido urico nel sangue, aumento dei valori di funzionalità epatica e muscolare.

Non comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 1000)

Dolore o sensazione spiacevole al petto, nota come «angina pectoris», reazioni d'ipersensibilità, che possono interessare tutto il corpo e che possono causare sia problemi respiratori sia una rapida diminuzione della pressione arteriosa, la quale può condurre persino a una perdita dei sensi (reazioni anafilattiche, in parte reazioni gravi), gonfiore del volto, malessere, eruzione cutanea allergica, prurito, esantema (eruzione cutanea), rilievi cutanei (pomfi).

Occasionalmente si sono osservate anche alcune alterazioni dei risultati degli esami del sangue, tra i quali figurano:

Riduzione della conta di determinate cellule ematiche note come piastrine (trombocitopenia).

Raro (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 10'000)

Disturbi della funzione renale, debolezza.

In rari casi si sono osservate anche alcune alterazioni dei risultati delle analisi del sangue; tra le quali: Aumento dei livelli di potassio nel sangue.

Molto raro (riguarda meno di 1 utilizzatore su 10'000)

Diarrea forte e persistente con conseguente perdita di peso.

Idroclorotiazide

Molto comune (riguarda più di 1 utilizzatore su 10)

Alterazioni dei risultati degli esami del sangue: aumento dei grassi nel sangue e dell'acido urico.

Comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 100)

Confusione, dolori addominali, stomaco imbarazzo gastrico, meteorismo, diarrea, nausea, vomito, stipsi, presenza di glucosio nelle urine.

Si sono osservate anche alcune alterazioni dei risultati degli esami del sangue, tra le quali figurano: Aumento della creatinina, dell'urea e del calcio nel sangue, aumento della glicemia, riduzione del cloruro, del potassio, del magnesio e del sodio nel sangue, aumento dell'amilasi ematica (iperamilasemia).

Non comune (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 1000)

Riduzione dell'appetito, inappetenza, forti difficoltà respiratorie, reazioni anafilattiche (reazioni di ipersensibilità), peggioramento di una pre-esistente miopia (disturbo della visione da vicino), arrossamento cutaneo (eritema), reazioni cutanee alla luce, prurito, formazione di puntini o macchie rosse sulla pelle a causa di sanguinamenti piccolissime emorragie (porpora), rilievi cutanei (pomfi).

Raro (riguarda da 1 a 10 utilizzatori su 10'000)

Gonfiore e dolore delle ghiandole salivari, riduzione del numero dei globuli bianchi, riduzione del numero delle piastrine, anemia, lesioni del midollo osseo, agitazione, sensazione di abbattimento o di depressione, disturbi del sonno, apatia, formicolio e sensazione di intorpidimento, convulsioni, visione gialla, visione offuscata, secchezza oculare, disturbi del ritmo cardiaco, infiammazione dei vasi sanguigni, formazione di coaguli (trombosi o embolie), infiammazione polmonare, accumulo di liquidi nei polmoni, infiammazione del pancreas, ittero, infiammazione della cistifellea, sintomi del lupus eritematoso della pelle quali eruzioni cutanee, dolori articolari e mani e dita fredde, reazioni cutanee allergiche, desquamazione e formazione di bolle cutanee, nefrite non infettiva (nefrite interstiziale), febbre, miastenia (talvolta con limitazioni del movimento, paresi).

Molto raro (riguarda meno di 1 utilizzatore su 10'000)

Alterazioni elettrolitiche con conseguente riduzione anomala dei livelli di cloruro nel sangue (alcalosi ipocloremica), occlusione intestinale (ileo paralitico).

Non nota (la frequenza non può essere determinata sulla base dei dati disponibili)

Diminuzione della vista o dolore agli occhi (possibili segni di glaucoma acuto ad angolo chiuso), cancro della pelle e del labbro (cancro della pelle «chiaro» non-melanocitico).

Se osserva effetti collaterali, si rivolga al suo medico, farmacista, soprattutto se si tratta di effetti collaterali non descritti in questo foglietto illustrativo.

Inoltre, informi immediatamente il suo medico se nota qualsiasi cambiamento inaspettato della pelle durante l'uso di Olmesartan HCT Mylan.

Di che altro occorre tener conto?

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Indicazione di stoccaggio

Conservare a temperatura ambiente (15-25°C), nella confezione originale e fuori dalla portata dei bambini.

Ulteriori indicazioni

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di informazioni professionali dettagliate, possono fornirle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Olmesartan HCT Mylan?

Le compresse rivestite con film Olmesartan HCT Mylan contengono i principi attivi olmesartanmedoxomil e idroclorotiazide ed eccipienti.

1 compressa rivestita con film Olmesartan HCT Mylan 20 mg/12,5 mg contiene 20 mg di olmesartanmedoxomil e 12,5 mg di idroclorotiazide.

1 compressa rivestita con film Olmesartan HCT Mylan 20 mg/25 mg contiene 20 mg di olmesartanmedoxomil e 25 mg di idroclorotiazide.

1 compressa rivestita con film Olmesartan HCT Mylan 40 mg/12,5 mg contiene 40 mg di olmesartanmedoxomil e 12,5 mg di idroclorotiazide.

1 compressa rivestita con film Olmesartan HCT Mylan 40 mg/25 mg contiene 40 mg di olmesartanmedoxomil e 25 mg di idroclorotiazide.

Numero dell'omologazione

66803 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Olmesartan HCT Mylan? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Olmesartan HCT Mylan 20 mg/12.5 mg è disponibile in confezioni da 28 o 98 compresse rivestite con film.

Olmesartan HCT Mylan 20 mg/25 mg è disponibile in confezioni da 28 o 98 compresse rivestite con film.

Olmesartan HCT Mylan 40 mg/12.5 mg è disponibile in confezioni da 28 o 98 compresse rivestite con film.

Olmesartan HCT Mylan 40 mg/25 mg è disponibile in confezioni da 28 o 98 compresse rivestite con film.

Titolare dell'omologazione

Mylan Pharma GmbH, 6312 Steinhausen.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel settembre 2020 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

[Version 203 I]

Visualizzare le informazioni specialistiche sul medicinale