Immagine del prodotto Accupro 20mg 100 Filmtabletten
Immagine del prodotto Accupro 20mg 100 FilmtablettenImmagine del prodotto Accupro 20mg 100 FilmtablettenImmagine del prodotto Accupro 20mg 100 Filmtabletten

Accupro 20mg 100 Filmtabletten

Non disponibile.Dettagli
Questo medicinale appartiene alla lista B e viene pertanto erogato su ricetta. Se dispone di una ricetta medica, potrà inviarcela per posta e a quel punto potremo spedirle il medicinale. Maggiori dettagli

Che cos’è Accupro e quando si usa?

Accupro è un medicamento che si usa su prescrizione medica per trattare la pressione arteriosa troppo alta (ipertensione). Inoltre, associato ad un farmaco che aumenta la produzione di urina (diuretico) e/o ad un glucoside cardioattivo, è indicato per la terapia della debolezza di cuore (insufficienza cardiaca). Il quinapril, principio attivo di Accupro, appartiene al gruppo degli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (inibitori dell'ACE). Il suo effetto consiste nell'inibizione di sostanze proprie dell'organismo che tra l'altro sono responsabili dell'ipertensione arteriosa, rispettivamente influiscono sul progredire dell'insufficienza cardiaca.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Per migliorare il suo stato di salute, il medico potrà raccomandar. Le altre misure, quali per es. una diminuzione del peso corporeo e/o una modifica dell'alimentazione.

Quando non si può usare Accupro?

Accupro non può essere usato contemporaneamente a farmaci che contengono la combinazione di principi attivi sacubitril/valsartan per il trattamento dell'insufficienza cardiaca. L'uso concomitante aumenta il rischio di angioedema (gonfiori al viso, agli occhi, alle labbra od alla lingua, problemi respiratori).

Non può utilizzare Accupro se, dopo l'uso di altri antipertensivi come altri inibitori dell'ACE o antagonisti del recettore dell'angiotensina II o nella sua familia si sono manifestati gonfiori al viso, agli occhi, alle labbra od alla lingua, od altri simili sintomi. In questo caso, informi il suo medico.

Non deve assumere Accupro durante la gravidanza (vede «Si può somministrare Accupro durante la gravidanza e l'allattamento?»).

Se soffre di diabete (di tipo 1 o di tipo 2) o di grave o moderata ridotta funzionalità renale,di elevati livelli di potassio nel sangue o di insufficienza cardiaca con bassa pressione del sangue, non deve assumere Accupro contemporaneamente ad aliskiren, un principio attivo antipertensivo.

Se soffre di diabete (di tipo 1 o di tipo 2) con danno d'organo, grave o moderata ridotta funzionalità renale, di elevati livelli di potassio nel sangue o di insufficienza cardiaca con bassa pressione del sangue e se assume contemporaneamente ad Accupro alcuni agenti antipertensivi (antagonisti del recettore dell'angiotensina o ACE inibitori).

Accupro non si può prendere in caso di ipersensibilità al principio attivo quinapril o ad un altro costituente del prodotto.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Accupro?

Questo medicamento può ridurre la capacità di reazione, la capacità di utilizzare attrezzi o macchine e la capacità di condurre un veicolo.

La capacità di reazione può essere compromessa dagli effetti collaterali di Accupro in maniera variabile da individuo a individuo. È importante, quindi, che lei già conosca il suo modo di reagire a questo medicamento, prima di intraprendere determinate attività. Particolare attenzione è richiesta all'inizio del trattamento, quando si aumenta la dose o quando si cambia medicamento, come anche nell'assunzione di alcool.

Soprattutto all'inizio della terapia faccia per favore attenzione ai sintomi seguenti, che potrebbero essere indizio di un'intolleranza al farmaco o di una sua azione troppo forte:

  • Pelle e sistema vascolare: Se, dopo aver preso Accupro, constata dei gonfiori al viso, agli occhi, alle labbra od alla lingua, oppure se si manifesta difficoltà di respirazione, lo comunichi per favore subito al suo medico. Interrompa l'assunzione di Accupro.
  • Tratto gastrointestinale: Nel caso compaiano dolori addominali con o senza nausea e vomito durante il trattamento, informi il suo medico, il quale potrà stabilire se queste manifestazioni vadano messe in relazione con l'assunzione di Accupro.
  • Pressione arteriosa troppo bassa: Informi il suo medico anche se, specialmente all'inizio del trattamento, soffre di accentuato stordimento, che potrebbe essere dovuto a un eccessivo calo della pressione arteriosa. In tal caso il medico provvederà ad un adattamento della dose. Una diminuzione troppo pronunciata della pressione arteriosa è anche possibile se si sviluppa una forte perdita di liquidi, dovuta per es. a diarrea, vomito o sudorazione eccessiva. Anche in questo caso ne parli al medico.
  • Pressione arteriosa troppo bassa: Informi il suo medico anche se, specialmente all'inizio del trattamento, soffre di accentuato stordimento, che potrebbe essere dovuto a un eccessivo calo della pressione arteriosa. In tal caso il medico provvederà ad un adattamento della dose. Una diminuzione troppo pronunciata della pressione arteriosa è anche possibile se si sviluppa una forte perdita di liquidi, dovuta per es. a diarrea, vomito o sudorazione eccessiva. Anche in questo caso ne parli al medico.
  • Quadro ematologico: Se si manifestano sintomi di un'infezione (per esempio febbre, mal di gola) che non scompaiono spontaneamente entro 2-3 giorni si rivolga per favore immediatamente al suo medico. Con un'analisi del sangue, egli controllerà se questi fenomeni sono correlati alla terapia con Accupro.
  • Diminuzione della concentrazione di sodio nel sangue: Informi il medico se si verificano sintomi come mal di testa, difficoltà di concentrazione, compromissione della memoria, stato confusionale, debolezza e difficoltà di equilibrio. Questi sintomi possono essere un segno di una concentrazione di sodio ridotta, che può verificarsi durante il trattamento con Accupro o medicamenti del gruppo degli inibitori dell'ACE.

Informi il suo medico o il suo farmacista se

  • soffre di altre malattie (specialmente malattie dei vasi sanguigni)
  • soffre di allergie o
  • assume o applica altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Questa avvertenza vale soprattutto per i farmaci che aumentano la produzione di urina (diuretici), i preparati a base di potassio o i sali dietetici contenenti potassio, i preparati a base di litio, altri antipertensivi, determinati medicamenti assunti in seguito a un trapianto o ad alcuni tipi di tumore (i cosiddetti inibitori della mTor), alcuni medicamenti contro il diabete (i cosiddetti inibitori della DDP4), medicamenti contro l'insufficienza cardiaca con la combinazione di principi attivi sacubitril/valsartan, determinati analgesici o i farmaci antinfiammatori e gli antibiotici contenenti tetracicline.

In alcuni rari casi, Accupro può potenziare l'effetto dell'insulina o degli antidiabetici orali. Se lei soffre di diabete ed è in trattamento con insulina o con antidiabetici orali, deve prestare particolare attenzione ai segni di un'ipoglicemia (diminuzione del livello sanguigno degli zuccheri).

Se deve sottoporsi ad un'operazione, a narcosi o emodialisi, segnali al suo medico che prende un inibitore dell'ACE. Dovrebbe pure informare il suo medico sul fatto che assume un inibitore dell'ACE nel caso sia prevista una terapia di desensibilizzazione con veleno di api o vespe. In rari casi, anche dopo punture di insetti può verificarsi un'allergia.

Le compresse rivestite di Accupro contengono lattosio. Se soffre della rara intolleranza ereditaria al galattosio, della carenza di Lapp lattasi o di malassorbimento del glucosio-galattosio e segue una dieta priva di lattosio, deve tenere conto di questo fatto.

Si può somministrare Accupro durante la gravidanza o l’allattamento?

Durante la gravidanza non si deve assumere Accupro dato che esiste un chiaro rischio per il nascituro. Non si deve assumere Accupro anche se si pianifica una gravidanza. Nel caso in cui dovessere restare incinta durante la terapia con Accupro, deve sospendere immediatamente la terapia e consultare il suo medico. Se è in età riproduttiva, deve utilizzare un metodo contraccettivo efficace.

Durante l'uso di Accupro non si deve allattare.

Come usare Accupro?

Accupro si può prendere indipendentemente dai pasti, con un po'di liquido. La posologia è stabilita dal suo medico. In generale valgono le seguenti direttive riguardanti la posologia:

Ipertensione arteriosa

Ai pazienti non trattati con medicamenti diuretici si somministra come dose iniziale 1 compressa rivestita di Accupro 10 mg una volta al giorno. Per i pazienti già trattati con diuretici si consiglia come dose iniziale 1 compressa rivestita di Accupro 5 mg una volta al giorno, per stabilire l'effetto del farmaco sulla pressione arteriosa. A tal fine, dopo la prima somministrazione il paziente dovrà restare sotto controllo medico per 2-4 ore.

Se occorre abbassare ulteriormente la pressione arteriosa, il suo medico può aumentare la dose fino a 2 compresse rivestite di Accupro 20 mg al giorno.

Nelle terapie di lunga durata la posologia dipende dalla risposta della pressione arteriosa: di solito la dose è di 2 compresse rivestite di Accupro 10 mg, o di 1 compressa rivestita di Accupro 20 mg al giorno.

Debolezza di cuore (insufficienza cardiaca)

È consigliabile effettuare il trattamento con Accupro dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca sotto stretto controllo medico. In generale, la dose iniziale è di 1 compressa rivestita di Accupro 5 mg una volta al giorno. La prima somministrazione deve avvenire sotto sorveglianza medica (circa 2-4 ore). Poi (in caso di terapia concomitante con diuretici e/o glucosidi cardioattivi) si può aumentare gradualmente la dose giornaliera fino a 2 compresse rivestite di Accupro 20 mg al giorno.

Adattamento della posologia in caso d'insufficienza renale come pure in pazienti più anziani

In caso di limitata funzionalità renale e nei pazienti anziani, il medico inizierà la somministrazione di quinapril a dosi di 5 mg o eventualmente inferiori, per poi aggiustare la posologia in base alle sue esigenze.

Bambini ed adolescenti

Finora non si dispone di esperienze cliniche relative all'uso di Accupro nei bambini e adolescenti. Perciò la somministrazione del farmaco ai bambini e adolescenti non è consigliabile.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Accupro?

Di solito, gli effetti collaterali osservati finora sono stati poco pronunciati e di carattere passeggero. In seguito all'assunzione di Accupro possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Spesso si sono osservati intorpidimento, mal di testa, eccessivo abbassamento della pressione sanguigna, nausea, vomito, diarrea, dolori addominali, disturbi digestivi, tosse, mal di gola, raffreddore, fiato corto, dolore al petto, stanchezza, insonnia, mal di schiena, dolori muscolari, alterazioni della sensibilità (per es. formicolii).

Occasionalmente possono manifestarsi secchezza della bocca o della gola, palpitazioni cardiache, polso accelerato, sensazione di costrizione toracica, nervosità, sonnolenza, vertigini, arrossamenti del viso, disturbi gastrici, flatulenze, infezioni delle vie urinarie, impotenza, diminuzione dell'acuità visiva, salti d'umore, eruzioni cutanee, prurito, sudorazione accentuata, ritenzione d'acqua nei tessuti, reazioni allergiche (per es. aumentata sensibilità alla luce), dolori articolari e febbre. Raramente, possono comparire peggioramento della funzionalità renale e insufficienza renale acuta, oltre a perdita di conoscenza di breve durata (svenimento).

Inoltre, si sono verificati casi isolati di anemia, reazione allergica acuta generalizzata, gonfiore delle mucose a insorgenza acuta (edema di Quincke), caduta della pressione arteriosa nel passaggio dalla posizione supina a quella eretta, polmonite, infiammazione del pancreas, caduta dei capelli, esfoliazione cutanea e malattie bollose della pelle.

In rari casi Accupro può provocare danni al fegato. Qualora insorgessero stanchezza, inappetenza, nausea, feci decolorate, urina scura o ittero, è opportuno consultare subito il medico curante affinché questo possa sospendere eventualmente il medicamento ed effettuare gli esami necessari. Tenga conto per favore anche delle avvertenze figuranti sotto «Quando la somministrazione dell'Accupro richiede prudenza?».

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare a temperatura ambiente (15-25 °C) e fuori della portata dei bambini nella confezione originale.

Il medicamento non deve essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sulla confezione.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di documentazione specializzata e dettagliata, possono dar le ulteriori informazioni.

Cosa contiene l’Accupro?

Principio attivo

Accupro 5: 1 compressa rivestita con scanalatura di rottura contiene 5 mg di quinapril (sotto forma di quinapril cloridrato).

Accupro 10: 1 compressa rivestita con scanalatura di rottura contiene 10 mg di quinapril (sotto forma di quinapril cloridrato).

Accupro 20: 1 compressa rivestita con scanalatura di rottura contiene 20 mg di quinapril (sotto forma di quinapril cloridrato).

Sostanze ausiliarie

Nucleo della compressa: magnesio carbonato, lattosio, gelatina, crospovidone, magnesio stearato;

Film di rivestimento: Opadry (ossido di ferro [E172], titanio diossido [E171], idrossipropilcellulosa, idrossimetilcellulosa, glicole polietilenico), cera candelilla.

Numero dell’omologazione

50141 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Accupro? Quali confezioni sono disponibili?

Accupro è in vendita in farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Confezioni

Accupro 5: 30 compresse rivestite.

Accupro 10: 100 compresse rivestite.

Accupro 20: 100 compresse rivestite.

Titolare dell’omologazione

Pfizer AG, Zürich

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel maggio 2017 dall'autorità competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

PIL V012

Visualizzare le informazioni specialistiche sul medicinale